Chiusura alle auto dei Lungarni. Pieragnoli: “Pura fantascienza”

PISA – Considerando la situazione attuale, la chiusura alle auto dei Lungarni non è neppure ipotizzabile.

ConfcommercioPisa interviene con il suo direttore Federico Pieragnoli a gettare acqua sul fuoco dispiegato dal libro dei sogni proposto dall’assessore Giuseppe Forte: “Non capiamo per quale motivo si debba creare inutile allarmismo, parlando di una chiusura alle auto dei Lungarni che ad oggi è pura fantascienza. E’ sotto gli occhi di tutti che la città è completamente impreparata sotto tanti aspetti, a partire proprio da un pesante deficit infrastrutturale che già tanti problemi crea a commercianti, cittadini, turisti, fornitori”.

Il direttore punta il dito contro questa “modo di procedere affetto da mania di protagonismo, che tende a spostare l’attenzione verso un ipotizzabile futuro, dimenticando clamorosamente le gravi mancanze che da anni affliggono questa città: scarsità cronica di parcheggi, viabilità insufficiente e caotica, dissesto di strade e marciapiedi, assenza di segnaletica, carenza di trasporti pubblici e potremmo contunare ancora”.

“Le parole stanno a zero” – chiude il suo ragionamento Pieragnoli, rivolgendo un invito all’assessore Forte a occuparsi dei “problemi concreti che commercianti e cittadini vivono ogni giorno sulla loro pelle, programmando investimenti e idee nella realizzazione di un progetto infrastrutturale che permetta al traffico veicolare e commerciale di raggiungere e attraversare il centro città senza troppe difficoltà. Solo dopo aver realizzato tutto ciò, i tempi saranno maturi per intavolare una eventuale discussione in proposito”.

By