Ciccio Favasuli: “Era importante vincere. Il gol lo dedico a Gianluca che ha vinto la partita più importante”

PISA – Il capitano Ciccio Favasuli, ha tolto le castagne dal fuoco. Come contro il Frosinone lo scorso anno anche contro l’Ascoli ha trasformato un calcio di rigore decisivo che ha dato tre punti pesanti che consentono ai nerazzurri di agganciare il primo posto in classifica.

Favasuli spiega così il momento decisivo della partita: “Sono emozioni che non si possono spiegare al momento di calciare soprattutto al 93′ la palla pesa, la porta diventa strettissima, poi quando entra c’è la scarica di adrenalina che ti libera”.

Il capitano nerazzurro racconta la decisione di calciare presa prima del rigore con Arma: “Con Arma e’ bastato uno sguardo per capirci. Il bene del Pisa e’ il bene di tutti e non del singolo. Queste sono le basi findamentali per il Pisa. Vincere queste partire e’ importante, fermo restando che non abbiamo fatto una partita tecnicamente perfetta, ma l’importante era vincere e noi l’abbiamo fatto. Alla vigilia sapevamo che sarebbe stata una partita difficile. Loro giocavano senza nulla da perdere e quindi in condizioni migliori di noi, noi invece avevamo tutto da perdere e grazie a Dio e’ andata bene”

La classifica. “Non la guardiamo. Faremo un grande errore se pensassimo che adesso siamo dei fenomeni. Non lo eravamo prima e non lo siamo neanche ora. Quindi da domani dovremo ricominciare a testa bassa e con tanta umiltà e prepararci perla sfida con il Benevento”

Posizione in campo. Favasuli contro l’Ascoli ha giocato inizialmente sulla fascia per poi spostarsi in mezzo al campo nelle battute finali. Quando non hai ritmo partita non è semplice. Dove giochi giochi devi essere al massimo ed e’ indubbio che io non ho giocato la miglior partita da quando sono qua a Pisa. Non mi sento un fenomeno, non mi sono mai sentito, mi alleno di settimana in settimana con coscienza e cerco d fare del mio meglio per il bene del Pisa”.

Il capitano ha realizzato il gol decisivo contro la sua ex sauadra. “Ho iniziato dieci anni fa la mia vita calcistica ad Ascoli che mi ha fatto esordire in serie B. A quel tempo c’era il presidente Benigni, che ringrazierò sempre per quello che mi ha dato così come la città di Ascoli”.

Ciccio vuole dedicare il suo gol vittoria a Gianluca: “Il gol lo dedico volentieri a Gianluca che ha vinto una partita piu’ importante della nostra, quella con la vita. Sono contento di dedicare il mio gol a lui”.

SOTTO IL CAPITANO CICCIO FAVASULI (foto Massimo Ficini)

20131103-182506.jpg

By