Ciclismo. Il 10 Aprile il via al Graducato di Toscana da Pomarance. Bettini e Cipollini i testimonial

PISAPaolo Bettini e Mario Cipollini faranno da testimonial, nel circuito più longevo d’Italia, alla 18esima edizione del Giro del Granducato di Toscana

L’iniziativa, che prevede otto prove, delle quali quattro agonistiche e quattro dilettantistiche attraverso le bellezze del nostro territorio, è stata presentata questa mattina in conferenza stampa a palazzo Panciatichi. “La Toscana con le due ruote ha grande confidenza – è intervenuto il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani –. La prima gara ciclistica che si è svolta in tutta Europa è stata il 2 febbraio del 1870 quando Firenze era capitale d’Italia e fu da Firenze a Pistoia”. Giani ha ricordato la Toscana, “terra di Gino Bartali, di Gastone Nencini, di grandi campioni, espressione di una cultura della bicicletta. Il giro del Granducato è l’occasione in cui si identificano l’agonismo e la pratica diffusa della bicicletta”. Il presidente ha evidenziato quanto lo sport, in questa legislatura, sia un elemento centrale, “non c’è – ha detto – iniziativa sportiva che non risvegli il senso di identità, dell’importanza dell’attività motoria e la voglia di stare insieme”. “Da ciclista e da appassionato, esprimo soddisfazione per questa iniziativa lodevole – ha detto il consigliere regionale Stefano Scaramelli – che unisce allo sport la promozione del territorio e dell’identità toscana. La Granducato porta in giro per i nostri territori la passione e l’agonismo del ciclismo e fa conoscere la bellezza della nostra Regione”. Scaramelli si è soffermato sulla necessità di “potenziare questa disciplina sia a livello dilettantistico e professionale che amatoriale con le scuole di ciclismo, per consentire ai ragazzi di praticare in sicurezza”. Casagrande ha ricordato la novità di questa edizione che “si è ampliata ed arricchita con la granfondo di Fiesole”. Paolo Marrucci e Stefano Gazzarri hanno parlato della promozione del territorio e dei suoi prodotti tipici dallo zafferano al tartufo, dal vino al cristallo, e dell’importanza di garantire la sicurezza sui percorsi.

La partenza sarà il 10 aprile, con il percorso agonistico da Pomarance (Pi) e l’arrivo il 25 settembre con la granfondo a San Miniato (Pi). E poi in programma, il 24 aprile, la cicloturistica a Chiusdino (Si), l’8 maggio l’agonistica della Vernaccia a Colle Val d’Elsa (Si), il 29 maggio l’agonistica di Fiesole, il 2 giugno la cicloturistica di Castelnuovo Berardenga (Si), il 5 giugno la Granfondo Cipollini, agonistica, a Capannori (Lu) e l’11 settembre la prova jolly cicloturistica Galluzzo a Firenze. L’assessore regionale ai Trasporti Vincenzo Ceccarelli, nel consegnare agli organizzatori della manifestazione sportiva e all’ex professionista Francesco Casagrande, due medaglie del mondiale di ciclismo 2013, ha ricordato che questa corsa “la più longeva per quanto riguarda le gran fondo, è cresciuta tanto e unisce la grande passione di chi la segue, con la competizione e la bellezza del paesaggio e l’enogastronomia tipica”.

Foto tratta da www.mariocipollini.eu

By