Ciclismo Under 23 a Marciana: al “Giro delle due Province” vince Krivosheev

MARCIANA DI CASCINA – Un nome straniero, ma con passaporto italiano, firma la settantatreesima edizione del “Giro delle Due Province”. Infatti vince un po’ a sorpresa il russo Evgenii Krivosheev del gruppo sportivo Maltinti, uscito da un gruppetto di venti corridori ai meno 9 dal traguardo assieme ad Adriano Brogi del team futura che verrà beffato sulla linea d’arrivo.

Il Giro delle due province nasce nel 1911, e all’epoca attraversava le province di Pisa e Lucca, ed oggi è organizzata dall’Associazione Ciclistica Marcianese. Proprio a Marciana si trova l’arrivo e la partenza della corsa che si disputa in un circuito di 4 giri, con la salita di Castel Di Nocco, meglio conosciuto come il Termine, punto chiave della corsa riservata alla categoria under 23 e a quella elite con squadre provenenti non solo da tutta Italia.

Dei 144 iscritti sono partiti in 114 e alla fine una sessantina hanno tagliato il traguardo. La corsa è stata movimentata fin dai primi giri, con tentativi continui di fuga, tutti prontamente rintuzzati dalla Malmantile del velocista di casa Eugenio Bani. Al quarto passaggio sul termine si presenta un gruppetto con una trentina di corridori, ma dopo la breve ascesa parte l’attacco di Brogi e Krivosheev. In pochi chilometri guadagnano 18″ sul gruppetto che all’ultimo chilometro riduce le distanze ma non riesce a riagganciarsi al duo di testa. Brogi lancia la volata ma Krivosheev lo salta e vince nettamente. Il gruppo viene regolato da Amicabile del Gragnano sporting club che riesce a salire sul podio, anticipando di un soffio Bani che deve accontentarsi del quarto posto.

Buon pubblico malgrado il maltempo e soddisfazione per il presidente dell’associazione ciclistica Mrcianese Sergio Casarosa, che anche quest’anno ha trovato gli sponsor per non far morire una delle corse più antiche d’Italia. Nell’albo d’oro figurano corridori come Giovanni Visconti, vinse nel 2004, l’australiano Bates e lo spagnolo Artunduaga. Tanti altri corridori passati da qui sono diventati professionisti, su tutti il livornese Diego Ulissi e il pisano Manuele Mori, compagni di squadra alla Lampre Meriva.

20140713-001106.jpg

By