Cinque arresti nel fine settimana per spaccio in centro

PISA – Nel fine settimana le Volanti sono intervenute in diverse occasioni per contrastare in maniera efficace lo spaccio di sostanze stupefacenti nel centro cittadino.

Nella mattinata di sabato una volante intercettava, in via Rustichelli, un cittadino extracomunitario, di origine tunisina, Amor Talbi di 51 anni, il quale, in bicicletta, alla vista degli agenti poneva in essere un comportamento sospetto. Fermato, veniva trovato in possesso di grammi 23,2 di hashish, suddiviso in sette stecche pronte per essere cedute.

La stessa mattina, in piazza delle Vettovaglie, un altro cittadino tunisino, Achfr Bekir di 25 anni, clandestino sul territorio nazionale, alla vista degli agenti si dava a precipitosa fuga, prima di essere bloccato poco dopo in via Ulisse Dini. Nella fuga si liberava di alcuni involucri di colore bianco, buttandoli nella griglia per la raccolta delle acque piovane. Gli involucri, solo parzialmente recuperati, rivelavano il loro contenuto di eroina.

Nel pomeriggio della stessa giornata, sempre nei pressi di piazza delle Vettovaglie, un altro cittadino di origine tunisina, minore, Souya Mehr di 16 anni, ad un controllo degli agenti, veniva trovato in possesso di 6 involucri termosaldati, contenenti cocaina per un peso complessivo di grammi 1,2. Tutti i soggetti risultavano avere già precedenti specifici.

La droga appare essere stata il casus belli in un altro episodio avvenuto sabato, in piazza della stazione. Un cittadino italiano, Davide Romano di 58 anni, e un cittadino senegalese, Diop Mame Cheikh di 33 anni, si erano appartati per fumare uno spinello di hashish quando, per non ben precisati motivi, scattava una colluttazione che vedeva soccombere il senegalese, trapassato alla mano da una coltellata. L’italiano è stato arrestato per porto di oggetti atti ad offendere e lesioni personali.

Il senegalese, giudicato guaribile in pochi giorni, da vittima è diventato carnefice. Infatti, lo stesso, il giorno dopo, è entrato in una gelateria di via Porta di Mare dove ha prima tentato di portare via l’incasso e, non riuscendovi, ha ben pensato di asportare il telefono cellulare della commessa del negozio, dandosi poi alla fuga. Sul posto sono intervenute le volanti, le quali, anche grazie alla descrizione, il cui particolare saliente era la fasciatura alla mano risalente all’episodio del giorno precedente, riuscivano ad individuare il ladro poco dopo. Vistosi ormai scoperto, il senegalese ha tentato, inutilmente, di disfarsi della refurtiva.

Fonte: Questura di Pisa

20130827-125532.jpg

By