Coldiretti chiede alla Regione Toscana gasolio extra per salvare produzioni da siccità

PISA – Consumi record di gasolio a causa delle alte temperature nelle campagne pisane. Il caldo record di queste settimane sta svuotando velocemente i serbatoi (e relative scorte) dei trattori impegnati nell’irrigazione eccezionale dei campi per “salvare” le produzioni agricole dalla siccità.

Un’attività straordinaria che è già costata il 30% in più di costi per la fornitura di gasolio e di elettricità indispensabile per far funzionare gli irrigatori. A lanciare l’allarme è Coldiretti secondo cui le alte temperature unite all’assenza prolungata di piogge e alla drastica riduzione delle riserve idriche stanno mettendo a dura prova le produzioni già profondamente provate dallo stress causato dalla scarsità di acqua.

Stiamo registrando – spiega Fabrizio Filippi, Presidente Coldiretti Pisa Livorno – un maggiore impiego dei mezzi per l’irrigazione dei campi, riducendo fortemente la disponibilità di gasolio agricolo alle aziende. Il rischio, quindi, è duplice: da un lato, il pericolo di non poter più irrigare e quindi di non riuscire a portare a compimento il ciclo produttivo di alcune coltivazioni come angurie, meloni, pomodoro, ortaggi a pieno campo, ma anche l’olio extravergine di oliva, mais e foraggio per l’alimentazione del bestiame e, dall’altro, il pericolo di non poter far marciare i mezzi per la raccolta ed il trasporto e per tutte le altre attività aziendali. Il rischio prossimo è quello di vedere i nostri raccolti bruciati con conseguenti danni economici alle imprese e alla loro sopravvivenza. E’ da tempo che non si verificava una situazione come quella che stiamo vivendo. E’ una siccità che ricorderemo per molti anni”.

La conseguenza diretta per le imprese è il forte aumento dei costi di produzione e soprattutto un calo considerevole delle riserve di carburante agricolo che occorre ripristinare al più presto per poter giungere alla fine della campagna agraria 2017. Le alte temperature stanno penalizzando fortemente anche gli allevamenti dove sta diventando sempre più difficile ed oneroso gestire le normali attività e gli animali mostrano un forte stato di stress con riduzione della produzione. “E’ assolutamente fondamentale – conclude Aniello Ascolese, Direttore Coldiretti Pisa Livorno – che sia riconosciuta dalla Regione una assegnazione supplementare di gasolio in tempi brevi”.

By