Comune risponde a ConfCommercio sui mercatini di Natale in Corso Italia: “Decisione presa assieme”

PISA – La posizione di Confcommercio per il posizionamento del mercato natalizio in centro risulta in contrasto con il percorso svolto in un periodo di lavoro congiunto e che ha visto confrontarsi diversi assessorati e tecnici del Comune e rappresentanti delle categorie.

Il risultato è un diffuso miglioramento della qualità urbana in diverse zone del centro a partire dal tratto di Corso Italia a ridosso del ponte di mezzo e sotto Logge dei Banchi. Il posizionamento di alcune banchi a centro strada lungo il tratto terminale di Corso Italia è sempre stata una proposta chiara e riportata su tutte le carte delle riunioni ufficiali rispondendo, tra l’altro, a specifiche esigenze derivanti dal progetto di riqualifica di Corso Italia che ne impedisce il collocamento sui lati del Corso dove sono tracciati i percorsi per ipovedenti. Confcommercio, in tutte le sedi ufficiali, ha condiviso la proposta di riassetto complessivo del mercato ed ha apprezzato il lavoro svolto dall’amministrazione teso a valorizzare il periodo natalizio, per esempio con l’introduzione degli alberi lungo corso Italia e Borgo Stretto.

Alcune proposte integrative, e mai sostitutive, sono state discusse ai tavoli congiunti di lavoro ed, alla fine, scartate. Confcommercio e Confesercenti, organizzano congiuntamente il mercato di Natale e risulta, quindi, poco comprensibile una protesta tardiva che, di fatto, l’Associazione sembra rivolgere a sé stessa. Lo testimonia la partecipazione di Confcommercio, a banchi già installati nel centro di Corso Italia, alla conferenza stampa di presentazione del risultato del lavoro ed in cui la stessa Associazione di categoria ha usato parole di apprezzamento per il percorso svolto, per i risultati finali della proposta tecnica, che, è bene ricordarlo, non è mai modificata a partire dalla prima riunione collegiale.

Le dimensioni dei banchi, effettivamente eccessive, e la qualità della merce venduta, identica a quella degli anni scorsi ed assolutamente migliorabile, sono una prerogativa degli organizzatori e quindi anche di Confcommercio che organizza in RTI il mercato natalizio con Confesercenti. Il futuro potrà essere diverso. Anzi lo sarà senz’altro con la rivisitazione del Piano del Commercio e la ridefinizione complessiva delle posizioni e degli ingombri che tenderà a valorizzare il Centro Storico.

20131216-115810.jpg

By