Comunicato Curva Nord: “Un grazie alla squadra, Battini abbassi le pretese”

PISA – Ringraziamo la squadra per l’impegno e l’attaccamento dimostrato, per il raggiungimento dei play off e per aver lottato fino all’ultimo contro compagini ben più attrezzate di noi per conquistare l’ambita serie B.

Il prossimo anno non possiamo accettare un altro campionato dove si gioca l’unica carta chiamata fortuna, non possiamo sperare ancora una volta di agganciare i play off con una squadra fatta di giovani, per poi sperare nel miracolo promozione.

Noi vogliamo e dobbiamo puntare alla promozione, alla serie B, senza tanti giri di parole. Vogliamo investimenti importanti, un mercato da protagonisti e non più la solita politica al risparmio e la solita manfrina dei contributi di lega!!

Basta con i soli prestiti e gli ingaggi da campionati dilettantistici. Così purtroppo non si vince, questi campionati ne sono la testimonianza, e noi vogliamo tornare a LOTTARE per vincere. E sappiamo tutti che il prossimo anno, con la riforma della serie C, sarà ancora più dura la lotta per la B.

Se l’attuale Proprietà non può garantire a Pisa ciò che la piazza merita e chiede con forza è giusto che si faccia da parte.

E’ ormai anni che chiediamo a Battini investimenti seri, che chiediamo l’apertura a nuovi soci, o di trovarne lui di nuovi se quelli che si affacciano non vanno bene e se da solo economicamente non ce la fa a soddisfare le esigenze di una piazza come Pisa…

Non vediamo come possa ora Battini fare questi investimenti richiesti e necessari per rilanciare l’entusiasmo e le ambizioni della Pisa calcistica. Anche l’ultima mossa della vendita del settore giovanile non è sicuramente molto incoraggiante.

Se Battini, come spesso ha dichiarato, si dice disponibile a farsi da parte davanti a proposte serie, ci preme subito precisare che la richiesta economica sparata da Battini,” tra i 3,5 e i 4 milioni”, non aiuta certamente a far avvicinare proposte e persone serie e concrete! Difficilmente una persona “seria” regala i propri soldi. E se ritenevamo la richiesta di Battini esagerata e fuori dal mercato già due mesi fa, figuriamoci ora che il miracolo serie B è sfumato e che siamo ufficialmente in lega pro e con un parco di giocatori di proprietà molto limitato. Se pensiamo a quanto è stato pagato il Bari in serie B (4,8 milioni), con la A alla portata, con giocatori di proprietà e con un titolo sportivo di tutto rispetto, capiamo che la richiesta di Battini è fuori da ogni logica: quando si vende una società non si può pensare a quanto uno ha speso negli anni, ma conta il valore attuale della società. Altrimenti: se Battini la venderà tra venti anni, sempre in lega pro, chiederà 10 Milioni perché in questi ipotetici vent’anni li ha spesi?!

Quindi invitiamo Battini ad abbassare le pretese se veramente vuole che gli arrivi una proposta seria.

Noi vogliamo la B, altri programmi non ci interessano.

I GRUPPI ORGANIZZATI DELLA CURVA NORD “MAURIZIO ALBERTI”

20140529-074150.jpg

By