Concerto del Coro Oneness Dream alla Chiesa di Santa Maria della Spina

PISAWOLFGANG LAIB: SOMEWHERE ELSE
Chiesa di Santa Maria della Spina sino al 5 giugno il concerto del famoso gruppo internazionale di voci maschili Coro Oneness Dream.Giovedì 27 aprile si è tenuto all’interno della Chiesa della Spina il concerto del Coro Oneness Dream, gruppo internazionale di voci maschili che ogni anno si esibisce in luoghi sacri di diverse nazioni. L’esibizione si è tenuta in forma privata e a porte chiuse ed è stata una delle tappe che quest’anno il Coro sta realizzando in tutta l’Italia centrale. Si tratta di un progetto iniziato nel 2011 nelle chiese d’Islanda su ispirazione del fondatore, l’islandese Snatak Mattiasson. Da li in poi, il coro ha viaggiato in diverse nazioni e durante l’ultimo viaggio, lo scorso anno, sono state visitate chiese e cattedrali d’Irlanda. I 13 cantanti provengono da varie nazioni: Islanda, Germania, Svizzera, Francia, Finlandia, Repubblica Ceca, Serbia, Scozia, Inghilterra, Italia, Australia, Nuova Zelanda e Stati Uniti. I canti di Oneness Dream vogliono essere un modo per onorare luoghi sacri, la loro storia e la loro tradizione.

Un’occasione preziosa che ben si è inserita nel contesto dell’installazione di Wolfgang Laib: Somewhere else, che ad oggi ha già avuto un numero notevole di visitatori, quasi 2000, e riscontri positivi da parte della stampa nazionale.

L’installazione site specific che Wolfgang Laib ha realizzato per la chiesa pisana presenta sei barche in cera d’api, appoggiate sul pavimento dell’edificio. Le sei barche ci parlano dell’ultimo viaggio con un linguaggio antico e universale, immediato e comprensibile a tutti. Sono anche le barche della città di Pisa, della famosa Repubblica Marinara su cui sono saliti nei secoli moltissimi uomini per lavorare, combattere e spesso morire. Sono, oggi, le barche dei migranti che fuggono dalla fame e dalla guerra e che troppo spesso trovano la morte in mare. In quest’ottica la Reliquia della Spina, frammento della corona di Cristo che in antico si trovava nella chiesa, acquista un ruolo simbolico fondamentale per l’installazione.

La mostra, a cura di Laura Mattioli, è la prima di una serie interventi site specific di grandi artisti nazionali e internazionali attraverso cui il Comune di Pisa intende valorizzare ed esaltare le caratteristiche proprie della chiesa, prezioso gioiello della città. E’ realizzata dal Comune di Pisa, in collaborazione con l’Università degli Studi di Pisa, la Scuola Normale Superiore, il Museo della Grafica, la Fondazione Arpa e la Galleria Michela Rizzo con il patrocinio di Regione Toscana, Center for Italian Modern Art, Centro Pecci Prato e con il sostegno di Acque S.p.A. e Banca di Pisa e Fornacette.

WOLFGANG LAIB: SOMEWHERE ELSE.
Chiesa della Spina
Lungarno Gambacorti, Pisa
Sino al 5 giugno 2017
Orario: lunedì 14-18; da martedì a venerdì 11-18; sabato e domenica 10-19
Ingresso: € 2; gratuito per i minori di 18 anni.
Informazioni: assessorato.cultura@comune.pisa.it

You may also like

By