Il concorso “A Marianeve” presentato al Tower Plaza

PISAPresentata venerdì 26 ottobre presso l’Albergo Tower Plaza di Pisa la due giorni che avrà luogo lunedì 29 e martedì 30 prossimi presso la Stazione Leopolda di Pisa.

di Giovanni Manenti

Si tratta di un concorso bandito dalla “GMA” (Gruppo Missioni Africa) onlus, con il patrocinio del Comune di Pisa, e rivolto alle Scuole di ogni ordine e grado legato al progetto “Il Sorriso di Marianeve” a fronte del quale bambini e Classi hanno prodotto disegni, racconti brevi, poesie ed altri elaborati di natura creativa ispirati alle fiabe della collana “A Marianeve“, di cui è stato pubblicato un anno fa il primo volume intitolato “Fiabe, sorrisi, lupi e principesse”, scritto da Daniela Marrazzini, nonna materna della piccola Marianeve, scomparsa in età infantile il 2 dicembre 2016.

La mattina del giorno seguente, viceversa, si terrà la premiazione del Concorso per ciascuna categoria dei lavori svolti dagli studenti ed aventi come tema amicizia, coraggio e solidarietà, valutati da un’apposita Giuria composta da Fabrizio Altieri, Marco Innocenti, Laura Venturi e Vincenzo Mirra, evento che avverrà alla presenza, oltre che delle Scuole, anche della citata Dr.ssa Cardia e del Provveditore agli studi Dr. Giacomo Tizzanini, mentre a chiusura della manifestazione, alle ore 21, si terrà un concerto di voci bianche della Scuola Bonamici. L’iniziativa prevede, nella giornata inaugurale del 29 ottobre, in cui, oltre alla mostra dei lavori prodotti dai bambini, si svolgeranno laboratori per gli stessi, mentre nel pomeriggio, alle 15,30, si terrà una interessante tavola rotonda sul tema “Fiabe di Marianeve, dalla tradizione familiare ad un libro per tutti”, coordinata da Laura Orazini della “Fondazione Stella Maris” ed a cui prenderà parte l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Pisa, Dott.ssa Rosanna Cardia. La raccolta delle fiabe è stata presentata in molte Scuole del territorio ed il ricavato è stato destinato quale parte del contributo per la costruzione di una Scuola Materna a Wassera, in Etiopia dove già nel novembre scorso è stata affissa una targa in ricordo della sfortunata bambina.

“È passato un anno dalla pubblicazione del libro scritto dalla nonna di Marianeve, afferma Patrizia Landucci – la bambina scomparsa due anni da e che è stato edito in oltre 6mila copie ed ha già avuto due ristampe e siamo qui a presentare un evento che avrà luogo lunedì 29 e 30 ottobre prossimi nel ricordo della sfortunata bambina, il cui progetto si prefigge la costruzione di una Scuola Materna in Etiopia, a molti chilometri di distanza dalla Capitale Addis Abeba e che ora è divenuto realtà grazie agli aiuti e donazioni con quasi 500 bambini che ora possono accedere ad un primo livello di istruzione”.

“Siamo stati coinvolti emotivamente nel portare la lettura delle fabie nelle scuole in un unico scopo di favorire l’accesso allo studio da parte dei bambini etiopi con un progetto didattico presso le nostre Scuole cittadine che ha raccolto sia scolari di asili nido ed elementari che studenti delle Scuole Medie inferiori e superiori – spiega Vincenzo Mirra – attraverso letture e disegni che abbiamo ora deciso di presentare in una mostra a disposizione dei visitatori, con assegnazione di premi da apposite Giurie alle varie Scuole e Classi partecipanti”.

“Farò parte alla tavola rotonda di lunedì e spero di poter partecipare alla premiazione di martedì quale significato del contributo dell’amministrazione comunale ad un evento che si pone il compito di tenere vivo il ricordo di Marianeve – dice l’assessore Rosanna Cardia – e che consente di porre l’attenzione sulla gioia e la vitalità dei bambini e di cui mi rende particolarmente soddisfatta l’elevata partecipazione da parte delle Scuole della Zona pisana per cui sono sicura che oltre al successo della iniziativa, potrà consentire un sempre maggior coinvolgimento anche a livello non solo didattico ma altresì familiare nel riscoprire il valore della fiaba nella crescita della fantasia, creatività ed interazione da parte dei bambini”.

By