Confcommercio. Appello alle istituzioni: “E’ necessaria una svolta sulla sicurezza”.

PISA – “Pisa, ora necessaria una svolta sulla sicurezza”. E’ il direttore di ConfcommercioPisa Federico Pieragnoli a lanciare un appello a forze dell’ordine e amministrazione comunale su quello che considera il tema fondamentale.

“E’ la principale richiesta di imprenditori e commercianti, la principale negatività per turisti e viaggiatori, il cruccio più forte di abitanti e residenti. Garantire una città sicura e decorosa è la premessa fondamentale anche per un complessivo rilancio commerciale e turistico della città. Ma il messaggio delle istituzioni tutte deve essere forte e convicente”.

Secondo Pieragnoli che non sottovaluta “quanto si sta facendo a Pisa da alcune settimane a questa parte in termini di interventi, controlli e sequestri, Pisa è una città speciale, un polo di attrazione straordinario, costellato di servizi e infrastrutture eccellenti, che anche a livello nazionale merita ben altra considerazione e ben altro impegno in termini di presenza di forze dell’ordine operative sul territorio. L’oggettività di questa situazione è ormai fuori discussione, basta dare un’occhiata alle ultime statistiche che riguardano la sicurezza”.

Il manager di Confcommercio snocciola una dopo l’altra le più recenti e affidabili statistiche sulla sicurezza: “Pisa si conferma decima provincia d’Italia per numero di reati secondo il 1° Rapporto Censis sulla filiera della sicurezza in Italia. Secondo l’Istat nella provincia di Pisa avvengono 3.178,1 furti ogni 100.000 abitanti, seconda in Toscana solo dietro Firenze e attestandosi ad una soglia molto più alta rispetto alla media italiana (2.221,2). Gli stessi dati della Questura di Pisa al 31 aprile 2018 confermano che i furti presso le attività commerciali sono aumenti di un +5% nel capoluogo e di un +9% in provincia, mentre nella classifica nazionale del Sole 24 Ore Pisa è decima in Italia per numero di reati, sesta per furti in esercizi commerciali”.

Insomma, occorre fare presto e fare bene, perchè un territorio come quello pisano riacquisti in pieno tutta la sua bellezza e la sua piena capacità di accoglienza” – questa la conclusione del direttore Pieragnoli.

Loading Facebook Comments ...
By