Confcommercio: “Da cinque anni chiediamo la gestione delle spiagge di ghiaia”

MARINA – Fabrizio Fontani (Presidente Litorale Pisano Confcommercio Pisa): “La proposta dell’assessore Eligi di installare piattaforme in legno sulle spiagge di ghiaia trova massima disponibilità da parte nostra se è vero che risale al 2010 la proposta di gruppo di imprenditori di Marina di Pisa, presentata agli assessori competenti di allora, per un progetto di gestione delle spiagge di ghiaia. Nell’idea progettuale, per noi ancora oggi valida, era prevista appunto la realizzazione di una pedana in legno removibile, a impatto ambientale zero, intesa come una sorta di prolungamento sul lungomare dell’occupazione di aree pubbliche dei locali e delle attività già presenti. La disponibilità degli imprenditori a garantire servizi igienici e di raccolta rifiuti è compensata dalla possibilità di noleggiare attrezzature varie. Noi siamo pronti a rilanciare con forza questo progetto, che va discusso e perfezionato nei dettagli, con l’unica garanzia della priorità assoluta riconosciuta agli imprenditori del litorale pisano, che in questo territorio hanno investito soldi e che garantiscono servizi alla cittadinanza per 365 giorni all’anno”. Federico Pieragnoli (Direttore Confcommercio Pisa): “Non c’era bisogno che l’assessore Eligi andasse fino in Sicilia per trovare una soluzione al problema delle spiagge di ghiaia, bastava chiedere i documenti agli uffici comunali, dove anche lui era già assessore. Già dal 2008 gli imprenditori di Marina di Pisa si proposero come soggetti idonei per una gestione razionale e decorosa di queste spiagge. Imprenditori che nel 2010 presentarono un progetto preciso in cui si prevedeva l’installazione di una pedana in legno, completamente rimovibile, la presenza di spogliatoi, docce e servizi igienici. Una bella terrazza sul mare, con tanto di camminamento e rampa. Adesso si ripresenta la questione e noi confermiamo la disponibilità a discutere con l’amministrazione questo progetto. Se sarà confermata la volontà della Giunta a intraprendere il percorso di riqualificazione e di gestione delle spiagge di ghiaia, siamo convinti che nel 2014 le spiagge libere di Marina di Pisa torneranno ad essere sicure pulite e accoglienti, proprio come si addice ad una località turistica che si rispetti”.

Novembre del 2008: Confcommercio Pisa e alcuni imprenditori di Marina di Pisa si propongono all’amministrazione comunale per una gestione completa delle spiagge di ghiaia: bagni pubblici, e servizi di pulizia a carico dei gestori, che in cambio avrebbero avuto la possibilità di noleggiare ombrelloni, sdraio e attrezzature varie. Anno 2010: gli imprenditori di Marina di Pisa presentano agli assessori Forte e Serfogli un innovativo e dettagliato progetto di riqualificazione delle spiagge di ghiaia. Il progetto prevedeva la realizzazione di una terrazza in legno su piattaforma removibile, spogliatoi, sabbia riportata, camminamento e rampa fino al mare. Settembre del 2010: una raccolta di firme è promossa da ConfcommercioPisa presso gli imprenditori di Marina di Pisa contro il progetto punti blu presentato dagli assessori Forte e Serfogli e dal vicesindaco Ghezzi. Un progetto che penalizzava pesantemente i pubblici esercizi e le attività commerciali locali a favore di presunti soggetti esterni che avrebbero solo massimizzato i profitti della stagione estiva senza alcuna ricaduta per il territorio. Marzo del 2011: arriva il rifiuto ufficiale dell’amministrazione comunale alla cordata di imprenditori di Marina di Pisa che avevano presentato il progetto di gestione delle spiagge di ghiaia.

 

 

 

By