Confcommercio Pisa: “Consiglio comunale: chiediamo pubbliche scuse per i commercianti”

PISA – “Alla luce di quanto accaduto nella seduta di ieri del Consiglio Comunale, la presidenza di Confcommercio Pisa chiede al sindaco della città di Pisa Marco Filippeschi e alla Giunta Comunale pubbliche scuse per le gravi offese rivolte da loro e da alcuni tra i più agitati consiglieri, ai commercianti presenti in Sala Regia. Offese che consideriamo ingiustificate, visto che gli imprenditori del litorale presenti hanno mantenuto un comportamento corretto ed esemplare, restando ordinatamente al loro posto e ascoltando in silenzio gli interventi. Il fatto di aver lasciato ad un certo punto il Consiglio non può in nessun modo giustificare le ripetute offese rivolte a loro, talora con un linguaggio da trivio e minacce scomposte, proprio da parte di coloro che per primi dovrebbero rappresentare e tutelare l’istituzione. Come Confcommercio Pisa ci eravamo fatti portatori della richiesta di un Consiglio Comunale aperto da svolgersi sul litorale, con la più ampia partecipazione possibile per le attività commerciali. Purtroppo sono stati concessi appena 10 minuti per descrivere la situazione del litorale, richiesta legittima che trovava posizioni favorevoli anche all’interno della stessa maggioranza. Questo esito scadito a colpi di offese ci amareggia profondamente, da qui la nostra richiesta di scuse pubbliche da indirizzare a questi commercianti, con l’auspicio sincero che i rappresentanti dell’istituzione locale abbiano da subito comportamenti più consoni al ruolo che rivestono”.

Il Presidente Luca Ciappi

Vicepresidente Vicario Alessandro Trolese

Vicepresidenti: Franco Benedetti. Enrico Morgantini, Alessandro Orsucci

 

By