Conferenza dei Servizi per la ripresa della scuola nel mese di settembre: giovedì 2 luglio si è svolto il primo incontro tra Amministrazione Comunale e Istituto Comprensivo Daniela Settesoldi di Vecchiano

VECCHIANO – Si è svolta lo scorso 2 luglio la prima Conferenza dei Servizi per programmare la ripartenza delle attività scolastiche 2020/21 a Vecchiano. Hanno partecipato all’incontro la Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo Daniela Settesoldi, professoressa Sonia Pieraccioni, il Sindaco Massimiliano Angori e l’Assessore alla Politiche Scolastiche Lorenzo Del Zoppo.

E’ stata analizzata una prima proposta operativa inerente la riorganizzazione delle modalità di frequenza di bambini e ragazzi, dalle scuole dell’infanzia alla scuola secondaria G. Leopardi di Via del Capannone. L’obiettivo comune è quello di considerare la Didattica a Distanza – Dad una forma complementare, ma residuale, rispetto alle attività scolastiche, al fine di generare un sistema scuola quanto più inclusivo e socializzante nel rispetto delle prescrizioni anticontagio, seppure in questo periodo di pandemia da Covid19 ancora in corso. La Didattica a Distanza, infatti, un lavoro encomiabile svolto nei mesi scorsi grazie alla sinergia tra insegnanti e famiglie per far sì che in questo periodo i ragazzi potessero comunque svolgere almeno in parte i programmi didattici, non è sufficiente ad assolvere al ruolo della scuola, in tutte le sue forme, dove appunto la socializzazione è alla base dell’esperienza di bambini e giovani. Una socializzazione che, malgrado il periodo di emergenza, vale la pena tentare di portare avanti da settembre, con tutte le cautele del caso, e magari sperimentando nuove formule“, spiegano il Sindaco Angori e l’Assessore Del Zoppo.

Per quanto concerne il Comune è bene sottolineare che il nostro Ente ha accolto la lista degli interventi necessari da effettuare sugli spazi e sui plessi scolastici, ed è già al lavoro per una loro efficace realizzazione. Il Comune di Vecchiano ha ricevuto dal Governo, inoltre, 40mila euro da destinare all’acquisto e messa a punto dell’edilizia leggera nei plessi scolastici del nostro territorio; si tratta di importanti risorse economiche che contribuiranno a garantire la ripresa in sicurezza“, concludono Angori e Del Zoppo.

By