Confesercenti incontra i candidati a Sindaco

PISA – Sicurezza, lotta al degrado e all’abusivismo commerciale, mobilità, sviluppo del litorale, mercati, politica per la salute e gli anziani. Sono questi alcuni di otto punti che Confesercenti Toscana Nord ha messo nero su bianco in un documento, “Agenda Confesercenti 2018-2023“, che sottoporrà ai candidati a sindaco.

L’occasione sarà una serie di incontri che la dirigenza dell’associazione e gli imprenditori avranno con i singoli candidati. “Abbiamo voluto riproporre l’esperienza, molto apprezzata dai nostri soci, che abbiamo sviluppato in occasione delle elezioni politiche di marzo – spiega il presidente area pisana Luigi Micheletti -. Sul documento, infatti, ci confronteremo con i singoli candidati che ci faranno richiesta di incontro. Un faccia a faccia, insomma, non solo con i vertici dell’associazione ma soprattutto con i nostri imprenditori”.

GLI INCONTRI. I primi che si presenteranno questa settimana à nella sede di Confesercenti Toscana Nord in via Ponte a Piglieri (sempre dalle 15 alle 17) saranno il candidato del Patto Civico Antonio Veronese e quello di Pisa nel cuore Raffaele Latrofa; seguiranno quello di Cinque Stelle Gabriele Amore (lunedì 28 maggio), quello del centrodestra Michele Conti (30 maggio) e quello del centrosinistra Andrea Serfogli (31 maggio).

“La nostra associazione è stata in questi anni un pungolo e un interlocutore autonomo, attento e propositivo, nei confronti dell’amministrazione comunale – aggiunge il responsabile area pisana Simone Romoli – e vuole esserlo ora nel confronto con i candidati. Il primo atto che chiederemo al nuovo sindaco sarà quello di costituire una “cabina di regia” permanente per la concertazione fra amministrazione e associazioni di categoria; strumento di piena operatività, chiamato non ad avallare scelte già compiute ma a prendere decisioni condivise”.

Tra i temi del documento di Confesercenti Toscana Nord, ci sono sicurezza e lotta al degrado in tutte le sue forme. Spiega il vicepresidente area pisana Massimo Rutinelli: “La sicurezza è una componente imprescindibile per la qualità dell’ambiente turistico e commerciale di una città e delle imprese che vi operano e che vi investono. I negozi, tanto nelle periferie quanto nelle arterie commerciali del centro storico, con la loro capacità d’attrazione rappresentano, ormai è noto, spazi di luce, colore, voce, presenza umana, calore ed in quanto tali esercitano un ruolo di assoluta rilevanza, ancor più se aggiunto alla presenza delle forze dell’ordine. Sicurezza che passa anche dal contrasto di fenomeni come l’abusivismo commerciale che si annida ormai in ogni settore del tessuto economico, talvolta avvalendosi anche delle zone grigie garantite dalle nuove soluzioni tecnologiche: i fenomeni del garden sharing e l’utilizzo abusivo per la sosta camper di parcheggi non appositamente attrezzati, l’abusivismo ricettivo, sono piaghe allo stesso livello di chi vende merce contraffatta o bevande alcoliche nelle piazze”.

Infine il litorale. Conclude il presidente litorale di Confesercenti Toscana Nord Alessandro Cordoni: “Il litorale pisano è stato oggetto negli ultimi quindici anni di scelte urbanistiche importanti. Da sempre carente delle opere strutturali (parcheggi, viabilità, mobilità dei servizi pubblici, ecc), non può però assistere allo sviluppo urbanistico senza una seria previsione di opere strutturali che garantisca la migliore fruibilità. Stesso discorso per la programmazione delle attività commerciali e imprenditoriali in genere legate ad uno sviluppo turistico da integrare sempre di più con quello di Pisa”.

By