Connessione ad internet potenziata per la scuola primaria e secondaria di Calci grazie a 4000 euro di Regione Toscana

CALCI – Connettività ad internet in banda ultra larga e potenziamento dell’ attività didattica digitale. Una novità importante – specie in vista dell’ingresso in zona rossa della Toscana, e dunque della chiusura delle scuole di ogni ordine e grado prevista per lunedì 29 marzo 2021 – per le studentesse, gli studenti e i docenti delle scuola primaria Vittorio Veneto e della secondaria di I grado Giunta Pisano della Valgraziosa.

Al Comune di Calci, infatti, era stato concesso da parte della Regione un contributo pari a 4mila euro per la connettività ad internet in banda ultralarga degli istituti scolastici che prevede nuove attivazioni o upgrade di connessioni esistenti (oltre alla fornitura alla scuola di 10 access point Wi-Fi aggiuntivi).

Il servizio informatico del Comune ha, nello specifico, utilizzato il contributo per attivare un nuovo servizio di connettività ultralarga per i plessi della scuola primaria e secondaria di 1° grado del territorio ed ha collaborato con l’istituto comprensivo per attuare ulteriori interventi di miglioramento della connessione, interventi che contribuiranno a rendere più agevole la didattica di quegli studenti che, seppur in zona rossa, potranno seguire le lezioni in presenza (bambini con disabilità e alunni con bisogni educativi speciali)

Il contributo ha la finalità di mettere le scuole pubbliche toscane primarie e secondarie nella condizione di svolgere efficacemente le attività di didattica integrata digitale. Ringraziamo la Regione per questo finanziamento che ha già migliorato la connettività delle nostre scuole: un fatto importante anche per il futuro post pandemiacommenta l’assessora alla pubblica istruzione Anna Lupetti.

Inoltre questa miglioria risulta assolutamente fondamentale anche in questa fase così delicata di gestione dell’emergenza Coronavirus – conclude il sindaco Massimiliano Ghimenti -. Infatti la normativa prevede che alcune categorie di studenti possano recarsi a scuola per poter seguire le lezioni in modo adeguato alle loro necessità. Pertanto una connettività potenziata e maggiormente funzionale consentirà di affrontare anche questa didattica in modo certamente migliore. Ovviamente speriamo di uscire presto dalla zona rossa perché le lezioni in presenza sono fondamentali per i nostri bimbi e ragazzi. Ma, al contempo, siamo certi che un adeguato e migliore servizio di connessione sia essenziale per la scuola del futuro”.

By