Consiglio Comunale. Approvata la variante per San Marco-San Giusto e le norme contro le slot machine

PISA – La vicenda dei Bancarellai del Duomo ha aperto del Consiglio Comunale di Giovedì pomeriggio.

image

“La sentenza del Tar – così ha detto l’assessore Andrea Ferrante in risposta al consigliere Giovanni Garzella (Fi-PdL) che chiedeva il loro ritorno in piazza dei Miracoli – ha confermato la correttezza dell’operato del Comune. Ora, alla luce della nuova legge Franceschini, il Ministero dei Beni Culturali ha già comunicato i suoi pronunciamenti dei quali il Comune e ogni soggetto interessato dovrà tenerne in debito conto. Il Comune sarà chiamato a siglare una intesa con il Ministero sulle misure di tutela del sito di piazza dei Miracoli. Vogliamo affiancare a questo percorso – ha concluso Ferrante – un confronto con tutti i soggetti titolari d’interesse compresi gli imprenditori e le loro associazioni”. Durante la discussione era presente anche un gruppo degli stessi bancarellai del Duomo.

Successivamente il Consiglio Comunale ha approvato l’adozione della “variante al regolamento urbanistico per la definizione delle schede norma relative al recupero e riqualificazione urbana dell’area dismessa delle ferrovie e del villaggio delle case popolari di Via Fra Mansueto del quartiere di San Marco – San Giusto” e la norma, prevista dalla legge regionale, che prevede, tra l’altro, il divieto di poter aprire “centri di scommesse e spazi per il gioco con vincita di denaro ad una distanza inferiore a 500 metri, misurata in base al percorso pedonale più breve, da istituti scolastici, luoghi di culto centri socio-ricreativi e sportivi”. Una legge, quindi, contro le ludopatie, cioè contro quelli patologie che rendono alcune persone incapaci di resistere all’impulso di giocare d’azzardo o fare scommesse. Su quest’ultimo punto, Ranieri Del Torto, Presidente del Consiglio Comunale, all’inizio della seduta aveva annunciato che sabato prossimo, 28 marzo, alle 18 si terrà, promosso, tra gli altri, dall’associazione “Addioslot”, un flash mob proprio contro le ludopatie presso il bar “Il Keith Café” di Via Zandonai 4, di Pisa, proprio di fronte al famoso murales di Keith Haring “Tuttomondo”. La variante per San Marco–San Giusto è stata approvata con 18 voti a favore (Pd, “Inlistaperpisa” e “I Riformisti), 8 contrari, (Fi-PdL, M5S, Noiadessopis@ e NCD) e 4 astenuti (Unacittàincomune-prc, SEL e il consigliere Stefano Landucci del gruppo misto). Il Consiglio Comunale, infine, è poi passato alla discussione sull’uso sociale dell’ex Distretto Militare di Via Giordano Bruno.

You may also like

By