Consumatori, al via la campagna di informazione sull’uso del SuperBonus

PISA – Con moduli formativi on line per gli ‘addetti ai lavori’ e una brochure distribuita dalle Associazioni dei consumatori e presente oggi in edicola, prende il via la campagna di comunicazione voluta dal Comitato Regionale Consumatori Utenti della Toscana per aiutare sempre più cittadine e cittadini a realizzare interventi per il risparmio energetico degli edifici, utilizzando al meglio le opportunità fornite dal superbonus 110%.

Il progetto, di cui è capofila Federconsumatori Toscana, si basa sulla collaborazione delle Associazioni dei consumatori facenti parte del CRCU della Toscana (Adiconsum, Confconsumatori, Cittadinanzattiva, Codacons, Movimento Difesa del Cittadino, Adusbef, Movimento consumatori, Adoc e Aeci), del Dipartimento di ingegneria industriale dell’Università degli studi di Firenze e gli Assessorati alla tutela dei consumatori e all’ambiente della Regione Toscana.

L’obiettivo – spiega l’assessora regionale Alessandra Nardini, che ha tra le sue competenze anche la tutela dei consumatori –  è quello di sensibilizzare cittadine e cittadini sul tema della riqualificazione energetica. Abbiamo voluto sottolineare tutte le opportunità disponibili con il cosiddetto “Superbonus 110%”, una novità che interessa molto la  cittadinanza ma sulla quale c’è ancora molta incertezza, causata spesso dalla circolazione di informazioni contrastanti. Abbiamo sostenuto questa iniziativa di Federconsumatori perché ci è sembrato molto utile per fare chiarezza ed aiutare così i potenziali beneficiari a compiere le loro scelte consapevolmente”.

La campagna di comunicazione ha visto inizialmente un’azione di informazione indirizzata ad operatrici e operatori (amministratrici e amministratori di condominio, studi professionali, etc.) ed alle loro associazioni di categoria. E’ proseguita con l’elaborazione di materiale informativo e con la formazione degli addetti allo sportello delle Associazioni dei consumatori tramite lezioni curate dal Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Firenze relativamente alla parte tecnica, dallo Studio Mannucci associati per la cessione del credito ed ai vantaggi fiscali e dall’Università La Sapienza di Roma per quanto riguarda il ruolo delle banche.

I moduli formativi consistono in lezioni online e sono disponibili per le operatrici e gli operatori di sportello e per coloro che in varie forme collaborano con le Associazioni dei consumatori che fanno parte del Crcu Toscana. Alla formazione degli ‘addetti ai lavori’ di si affianca un’iniziativa di informazione pensata per un pubblico più ampio, con la realizzazione di apposite brochure informative che saranno disponibili nelle  sedi regionali delle Associazioni dei Consumatori e 30mila pieghevoli in distribuzione venerdì 26 marzo, in edicola come allegato ad un quotidiano regionale.

Promuovere la realizzazione di interventi di efficientamento energetico da parte di cittadine e cittadini va nella direzione richiesta dagli obiettivi al 2030 del Green Deal europeo per quanto riguarda “investire in tecnologie rispettose dell’ambiente”, “decarbonizzare il settore energetico” e “garantire una maggiore efficienza energetica degli edifici”.

Questo progetto – continua Nardini – si fonda su una nuova concezione di protagonismo attivo delle associazioni dei consumatori, che affiancano al loro tradizionale ruolo di sostegno alle cittadine e ai cittadini in caso di controversie, una funzione nuova, di orientamento verso un consumo consapevole, una funzione sempre più importante nel momento difficile che stiamo vivendo e che impone cambiamenti radicali dello stile di vita. Spesso diciamo che la crisi può rappresentare un’opportunità di cambiamento, ma per cogliere quest’opportunità è necessario che i soggetti pubblici e privati si muovano nella stessa direzione con l’obiettivo di orientare al meglio cittadine e cittadini nelle loro scelte”.

Un’iniziativa davvero importante – aggiunge l’assessore regionale all’ambiente Monia Monni – che consente ad una fetta sempre più ampia di cittadini di comprendere le finalità e i vantaggi di questa misura che ha come scopo il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici dove viviamo. Investire in impianti innovativi nel campo energetico, incentivare il ricorso alle fonti rinnovabili ed alleggerire i costi in bolletta sono tutti aspetti tra loro collegati e che puntano a diminuire l’impatto sull’ambiente delle emissioni provenienti, sotto varia forma, dagli edifici stessi. Diventa perciò fondamentale informare ed educare la cittadinanza all’adozione di queste pratiche e spiegare come funzionano le misure che periodicamente vengono messe loro a disposizione

Riteniamo che l’iniziativa del Superbonus 110% rappresenti una possibilità importante per il futuro sviluppo del Paese – conclude Fulvio Farnesi il vicepresidente del CRCU – E’ un’iniziativa che però allo stesso tempo presenta oggettivi caratteri di complessità in aspetti come i rapporti contrattuali tra cittadini, amministratori di condominio e imprese. Per questo, crediamo che il supporto attivo che il personale adeguatamente formato delle associazioni dei consumatori può offrire ai cittadini interessati sia molto importante e possa svolgere un ruolo determinante per la buona riuscita dell’iniziativa”.

By