Continua il lockdown fino al 3 maggio: c’è qualche eccezione. Conte: “Non ci possiamo permettere errori”

PISA – Tutti a casa ancora per altre tre settimane, cioè fino a domenica 3 maggio. Il Premier Giuseppe Conte ufficializza la proroga della chiusura come anticipato dalla stampa nazionale nella mattinata di venerdì.

Questa volta c’è qualche piccola eccezione come la riapertura di qualche attività cartolerielibrerienegozi che vendono vestiti per neonati e bambinilavanderie, macchine per la distribuzione delle bevande, acquisiti online senza limitazioni. Queste le attività che ripartiranno dal 14 aprile, oltre alla conferma delle precedenti deroghe (supermercati, farmacie, etc), alle quali si aggiungono alcune attività produttive legate alle filiere sanitarie, farmaceutiche e agroalimentari, alla silvicoltura (il taglio degli alberi) e ad altre attività forestali.

Ci prepariamo ad affrontare la fase 2 – ha detto Conte – quella della convivenza con il virus – prima della riapertura delle nostre attività produttive, perché non possiamo chiudere del tutto l’Italia. Consiglio ai responsabili delle aziende però di prepararsi per il rientro all’attività sanificando i locali di lavoro e continuando a mantenere la distanza sociale come stiamo già facendo. In questa fase non ci possiamo permettere errori. Stiamo lavorando a stretto contatto con il comitato tecnico scientifico e quello che posso promettervi è che se ci saranno le condizioni prima del 3 maggio per poter ripartire lo faremo. Ad oggi questa possibilità non sussiste e quindi per me sarebbe un errore dirvi delle date precise sulla riapertura delle attività”.

By