Continua la diffusione della Petanque a Pisa con il Pisa Bocce e il Csi

PISA – Continua a diffondersi la pratica delle “piccole” bocce, la petanque, praticabile in campi irregolari e all’aperto, proposta ormai da quattro anni dall’Asd Pisa Bocce in collaborazione con il Centro Sportivo Italiano.

E proprio da questa sinergia, quest’anno da maggio a luglio si è tenuto un vero e proprio circuito di gare a squadre, che ha visto sfidarsi in un clima di amicizia e rispetto, tipico della petanque, quattro formazioni: due allestite dal Pisa Bocce (Pisa Bocce Blue e Pisa Bocce Red), una dai giocatori di Riparbella e dintorni (Riparbella Team) e uno dal circolo culturale-sportivo Esaedro. Alla fine delle cinque giornate di gioco, che si sono disputate tra Pisa (Viale delle Piagge, vicinanze Bar Salvini) e Riparbella (dove esistono quattro campi per la specialità petanque) si sono imposti i più esperti giocatori del Riparbella Team che, con una squadra corta ma ben assortita, ha con pieno merito vinto il primo circuito CSI, conquistando ben quattro tappe su cinque. Capitanati da Anna Tamagni, si sono messi in bella mostra i giovani Omar Calabrese e Samuele Franchi e l’esperto, nonché più anziano giocatore del circuito, Giancarlo Vitali. Al secondo posto si è classificato il Pisa Bocce Red, (Bruno Giannini, Christophe di Meglio, Armando Puzio, Karim Lamahimar e Gemma Toce), scavalcando solo all’ultima giornata, e per un solo punto nella classifica generale, l’altra squadra del Pisa Bocce, i Blue (Carlo Lazzeroni, Romano Lazzeroni, Liborio Pittà, Giovan Battista Marranchelli, Pietro Marranchelli, Loreno Barontini). Quarto il circolo Esaedro composto da Giuseppe Tizzanini, Paolo Faggioni, Daniela Tizzanini e Natalia Campani. Un circuito a squadre quello del Csi, nato per diffondere sempre più questa pratica che a Pisa sta trovando sempre nuovi estimatori. E proprio nei giorni scorsi tre atleti del Pisa Bocce, a dimostrazione della costante crescita dell’associazione e del movimento della petanque nella nostra città, hanno partecipato al campionato nazionale (serie D) a terne: Bruno Giannini, Liborio Pittà e Paolo Duè hanno vissuto a Torino, nei pressi dello Stadio Olimpico, questa bella avventura incontrando i giocatori più forti della categoria, provenienti principalmente da società liguri e piemontesi. Anche a settembre, due giocatori del Pisa Bocce rappresenteranno la Toscana ai nazionali a coppie, in base ai risultati ottenuti a livello regionale, dove l’Asd Pisa Bocce si è accreditata come società emergente e numericamente più numerosa, per la soddisfazione del presidente-giocatore Carlo Lazzeroni. Tra le diverse cose positive…il dispiacere per non aver una struttura di campi idonea per allenarsi e per ospitare eventi di una certa rilevanza: “Siamo ormai in attesa da due anni – afferma Lazzeroni – della sistemazione da parte del Comune di un’area adatta alla petanque. C’era l’impegno del Comune a farla quanto prima e negli ultimi incontri sembrava che entro metà maggio scorso sarebbe stato realizzato. Invece ancora oggi non conosciamo le tempistiche di realizzazione. A questo punto ci diano delle risposte certe, se riescono o meno a sistemare l’area, altrimenti l’associazione si muoverà per trovare altri spazi. Si fa fatica – continua il presidente – a pensare come Pisa possa essere protagonista nel 2016, come capitale europea dello sport, quando manca il dialogo e il rapporto con quelle associazioni che dal basso promuovono attività motoria e ricreativa”. Per ogni info sulle attività dell’asd Pisa Bocce email: pisabocce@gmail.com ; tel. 3402516545.

 

By