Continua nel segno della solidarietà l’edizione 2018 di Agrifiera a Pontasserchio

Pontasserchio – Continua nel segno della solidarietà Agrifiera 2018 a Pontasserchio.

Lo scorso anno la kermesse del Parco della Pace ha ospitato una famiglia di Norcia a cui il terremoto dell’agosto 2016 aveva impedito di portare avanti l’attività nel negozio di famiglia, situato proprio nella cosiddetta “zona rossa” della città. Daniele e Mariangela Gianfermi, con la figlia Gioia, di cinque anni, hanno trasferito “on the road” la loro norcineria, dove producono e vendono completamente in proprio. Grazie all’edizione 2017 hanno trovato le forze per girare l’Italia e tenere viva la speranza, un giorno, di poter tornare a casa.

Daniele, prima, doverosa, domanda: com’è la situazione a Norcia? Ci sono segnali di ripresa?

«A Norcia hanno finito qualche casa, ma gli intoppi burocratici non sono certo d’aiuto. Noi siamo ancora senza casa, stiamo aspettando i permessi per iniziare i lavori. Ormai ci siamo abituati a girare l’Italia coi nostri prodotti, completamente di “origine” familiare».

Come sta andando la vostra nuova vita, professionale e familiare?

«Grazie ad Agrifiera 2017 siamo riusciti a comprare il furgone, poi sono sopraggiunti diversi problemi, ma non demordiamo. Certo, lo Stato potrebbe aiutarci un po’ di più soprattutto dal punto di vista fiscale, ma siamo consapevoli che ci voglia tempo per tornare alla normalità, e quindi nella nostra Norcia».

Che effetto fa tornare a Pontasserchio dopo l’accoglienza dello scorso anno?

«Aspettiamo con ansia di tornare per rivedere amici con cui rimaniamo sempre in contatto e sono per noi una seconda famiglia. Antonio, Rita, Sandro, Mirella e tanti altri, che desidero ringraziare e avremo modo di farlo di persona. Certo, a volte è dura questa vita di venditori ambulanti. Prima si lavorava per vivere, oggi si vive per lavorare».

Ricordiamo in cosa siete specializzati…

«Siamo specializzati in prosciutti, salumi vari e formaggi. Il nostro prosciutto, con 24 mesi di stagionatura, è uno dei migliori».

Quali le novità?

«Quest’anno porteremo formaggi nuovi: uno stagionato in grotta 20 mesi, un pecorino da tavola e una caciotta col tartufo».

Spazio Dibattiti
ore 16.30-19.00: Convegno “Agricoltura, nutrizione, cucina insieme: dall’orto alla tavola”. Saluto Maria Elena Bianchi Bandinelli Ass. Comune di San Giuliano Terme

Relatori Prof. Malorgio e Prof.ssa Giovannetti dell’Università di Pisa, Dr.ssa Mi-lani, Marco Pacini e D.ssa Paoletti de L’Ortofruttifero, moderatore Marco Mar-tinelli dell’Istituto Sant’Anna. Degustazioni a cura degli allievi dell’Istituto Matteotti con il Prof. Alessandro Fenu e lo chef Luca Micheletti della Locanda Sant’Agata.

Spazio Laboratori
ore 18.00–19.00: Presentazione del volume “Storie della valle del Serchio” di Piero Panattoni Edizioni Helicon, introduce il Vice sindaco di San Giuliano Terme Franco Marchetti, presenta Cristiana Vettori, sarà presente l’autore.

By