Controlli e arresti a Pisa e Provincia

PISA – Nel pomeriggio di Lunedì 14 maggio a Pisa i Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato una donna di origine cilena di 40 anni per furto.

La stessa, all’interno di un negozio di abbigliamento, s’impossessava di alcuni capi di vestiario, dopo averli privati del dispositivo antitaccheggio, venendo subito bloccata da personale addetto alla vigilanza e dai Carabinieri immediatamente intervenuti. Condotta in caserma, dopo le formalità di rito, è stata rimessa in libertà ai sensi dell’articolo 121 delle norme di attuazione Cpp.

Nel pomeriggio di ieri, a Cascina, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un cittadino senegalese 38enne, già sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Firenze, dovendo scontare una pena residua di 2 mesi per una condanna per spaccio di sostanze stupefacenti. Lo stesso è stato condotto presso la casa circondariale di Pisa.

Nel tardo pomeriggio di ieri a Pontedera i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato per furto una cittadina marocchino 29enne. La stessa, all’interno dell’area commerciale “Panorama”, si impossessava di accessori per telefonia mobile, dopo averli privati del dispositivo antitaccheggio, venendo inseguita e bloccata dagli addetti alla vigilanza e subito dopo dai militari, nel frattempo intervenuti. La donna, condotta in caserma, è stata rimessa in libertà ai sensi dell’articolo 121 delle norme di attuazione Cpp.

Nella tarda serata di ieri a Pisa, i Carabinieri della stazione di Cascina, in collaborazione con quelli del Nucleo Radiomobile, hanno arrestato un tunisino 36enne, noto per numerosi precedenti penali e di polizia. Lo stesso, sebbene sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di Cascina, veniva sorpreso nei pressi della stazione ferroviaria ed alla vista dei militari tentava di darsi alla fuga a bordo di una bicicletta, venendo inseguito e bloccato in Corso Italia. Dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Pisa, a disposizione dell’autorità giudiziaria. La misura cautelare nei confronti dell’extracomunitario era stata disposta a seguito del suo arresto, avvenuto il precedente 26 gennaio, per un furto di bevande alcoliche e profumo all’interno di un supermercato.

By