Controllo emissioni elettromagnetiche. Calci all’avanguardia. Pronto anche un progetto per le scuole

CALCI –  Calci ha scelto di dotarsi, anche per i prossimi anni, di tutti gli strumenti possibili per il controllo delle emissioni elettromagnetiche sul territorio. Proseguirà quindi il percorso che porterà all’aggiornamento annuale del regolamento per le localizzazioni degli impianti di telefonia ed i relativi controlli sul territorio in prossimità delle stazioni radio base (antenne di telefonia).

LA NOVITÀ. Da quest’anno verrà attivato anche un progetto all’interno delle scuole per sensibilizzare i più giovani. Un progetto finanziato dal Comune di Calci, autorizzato dal Consiglio d’istituto e che ha avuto il pieno appoggio degli insegnanti. Saranno coinvolte le classi terze della scuola media. Infatti per loro l’argomento è anche parte degli studi curricolari e permetterà ai ragazzi di capire e valutare l’incidenza nella pratica e nella vita quotidiana di quello che studiano.

PARLA IL SINDACO. Per il Comune un progetto particolarmente significativo ed importante. Comincerà la prossima settimana. I dati statistici rilevati saranno oggetto di un momento pubblico di sensibilizzazione. Il Sindaco Ghimenti e l’assessore all’ambiente Tordella rimarcano con entusiasmo che: “L’apprezzamento degli insegnanti per il progetto ci dice che è stato importante lo sforzo per proporlo. Spesso le antenne spaventano mentre si sottovalutano i rischi connessi all’utilizzo eccessivo di oggetti di uso comune e frequentissimo. Il fatto che i giovani ne siano resi consapevoli sarà un modo per veicolare anche alle loro famiglie queste importanti informazioni”. Il primo cittadino di Calci sottolinea infine: “Calci è un paese del buon vivere vogliamo che crescano generazioni future sempre più attente e consapevoli“.

OBIETTIVI DEL PROGETTO. Gli obiettivi dell’attuazione di questo progetto sono riscontrabili nello stimolare la conoscenza dei campi elettromagnetici, facendo conoscere le differenze tra i diversi tipi di sorgente, domestica ed ambientale, nel diffondere un’informazione dettagliata sul corretto utilizzo dello smartphone e di tutti gli altri strumenti utilizzati quotidianamente per la connessione e la comunicazione digitale, stimolare comportamenti cosapevoli, derivanti dalla conoscenza dei livelli di campo elettromagnetico negli ambienti in cui quotidianamente viviamo, rispetto all’utilizzo dei dispositivi e degli stili di vita, ed infine vavorire il riconoscimento degli aspetti comportamentali e sociali legati all’uso degli strumenti digitali e delle insidie derivanti da un uso improprio dei mezzi di comunicazione e di socializzazione.

By