Convenzione, c’è la firma in comune

PISA – L’intesa c’è stata, finalmente il Comune di Pisa ed il Pisa Sc si sono accordati per la firma della convenzione dello stadio Atena Garibaldi Stadio Romeo Anconetani. A sancirla il Sindaco di Pisa Michele Conti e il presidente del Pisa Sc Giuseppe Corrado nella sala stampa di Palazzo Gambacorti per il periodo 2019-2025.

di Giovanni Manenti

Contestualmente alla firma dell’atto, il Pisa Sc ha ricevuto una somma pari a circa 385mila euro, frutto della compensazione tra quanto spettante alla società nerazzurra quale rimborso per i lavori eseguiti allo stadio e ciò che, viceversa, era di competenza dell’amministrazione comunale per l’utilizzo dell’impianto nel periodo non coperto da Convenzione, oltre al canone di locazione annuale previsto dalla nuova Convenzione per la prossima stagione. Sulla base di tale accordo, pertanto, il Pisa Sc avrà la possibilità di usufruire dell’impianto per un periodo di sei anni (con rinnovo tacito di ugual periodo alla scadenza, salvo disdetta di una delle due parti) dietro corresponsione di un canone annuo di 65mila euro oltre IVA, valore accertato dalla stima tecnica assestata, come da espresso incarico conferito ad uno studio professionale del settore.

Si conclude così un percorso quanto mai travagliato che non può che essere di buon auspicio sia in vista dell’inizio dell’ormai prossimo campionato cadetto, che per ciò che riguarda il progetto di ristrutturazione dello Stadio, con conseguente riqualificazione del quartiere di Porta a Lucca, il cui iter sta procedendo secondo il previsto cronoprogramma.

“Si conclude finalmente oggi giovedì 8 agosto una vicenda che data dal 2016 e che come altre di altra natura ereditate dalla precedente amministrazione siamo riusciti a definire mettendoci attorno ad un tavolo – afferma il Sindaco di Pisa Michele Conti – per poi addivenire alla relativa definizione di quanto la Società Pisa Sc doveva avere, depurato dai canoni delle passate stagioni non corrisposti, mettendo così tutto a pulito e ripartire da zero per una durata della Convenzione di sei anni, per poi affrontare il problema della ristrutturazione dello stadio per la quale sarà portata in Consiglio Comunale il prossimo 29 agosto l’approvazione della variante urbanistica”.

 

“Sin dal febbraio 2017 dopo il nostro insediamento alla conduzione del Pisa, ci siamo messi a discutere per la definizione della convenzione, per cui era prioritario il recupero delle somme a suo tempo anticipate dalla NGM per i lavori da loro effettuati e da noi rimborsate”, afferma il presidente del Pisa Sc Giuseppe Corrado – era pertanto questo il punto chiave per addivenire alla firma della Convenzione, per la quale non posso che rimarcare le difficoltà di trattativa con la precedente amministrazione,  tant’è che oggi siamo finalmente arrivati ad una conclusione, primo passo verso quello che è poi il nostro progetto base, vale a dire la ristrutturazione dello stadio, per la quale il relativo cronoprogramma si sta sostanzialmente rispettando”.

By