Coppa Italia TIM CUP Pisa – Varese 3-1. Tripletta di Eusepi, il Re di Coppa

PISA – Buona la prima. Il Pisa sconfigge per 3-1 il Varese e accede al secondo turno di Coppa Italia TIM CUP ribaltando lo 0-1 iniziale con una bella tripletta di un Umberto Eusepi capitano e rivitalizzato dopo la parentesi ad Avellino. Insomma un buon Pisa. Serve ancora benzina è vero, perché il Pisa ha sofferto la velocità del Varese, ma la strada, sembra quella giusta..

di Antonio Tognoli

Le foto del match

L’intervista a Umberto Eusepi

PRE GARA. Mister Gautieri, che deve rinunciare a Lisuzzo squalificato e Verna, neanche in panchina, schiera un 4-3-3 puro. Davanti a Petkovic ci sono Birindelli Ingrosso, Carillo e Longhi. Centrocampo a tre formato da Izzillo, Gucher e Di Quinzio. In attacco ci sono Peralta, Eusepi e Negro. Il Varese che ha abbandonato ormai ogni speranza di rispescaggio da settembre affronterà il campionato di serie D schiera un 4-3-1-2. Toto’ Iacolino mette in campo Frigione tra i pali. Davanti all’estremo difensore lombardo ci sono Simonetta, Ferri, Bruzzone e Granzotto. Centrocampo a tre con Palazzolo, Magrin e l’ex Lucchese Monacizzo. Rolando un passo indietro rispetto al duo d’attacco formato da Lercara e Longobardi con Molinari lasciato un po’ a sorpresa in panchina.

Le parole di Robert Gucher

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, calzoncini neri, pantaloncini neri, Varese in maglia rossa, pantaloncini bianchi e calzettoni biancorossi come i colori sociali della società lombarda. Pronti via ed è proprio il Varese a farsi pericoloso con un sinistro dal limite di Lercara che però termina sul fondo. All’8′ Negro vince un rimpallo sulla tre quarti scappa via verso l’area di rigore del Varese e viene atterrato da Magrin al limite dell’area. Calcio di punizione calciato a giro proprio da Negro che pero si infrange sull’incrocio dei pali. Sulla respinta della trasversale Di Quinzio prova a correggere di testa verso la porta con la sfera che però termina sul fondo. Ma all’11 un po’ a sorpresa il Varese passa: cross da destra di Rolando che trova appostato al limite dell’area Palazzolo che gira a rete insaccando alle spalle di Petkovic parso un po’ sorpreso nella circostanza. Varese in vantaggio. Esultano i circa cento tifosi giunti dalla Lombardia. Il Pisa accusa il colpo, il fraseggio del Varese su di giri per il vantaggio, è lineare. Al 20′ ancora Palazzolo per la formazione di mister Iacolino sfiora il raddoppio. Il destro del numero 20 biancorosso si infrange sulla traversa con Petkovic disteso in tuffo. Il Pisa risponde al 24′ con un colpo di testa di Negro su traversone da sinistra di Longhi. Al 26′ ci prova Peralta ad illuminare con un bel tocco di prima per Izzillo che trova però Negro (che calcia fuori) in posizione di fuorigioco. Al 31′ il Pisa trova il pareggio. Cross dalla tre quarti di Gucher che pesca in area Negro che opera al volo un gran controcross che trova Eusepi in mezzo all’area steso da Bruzzone: rigore che lo stesso capitan Eusepi si incarica di battere spiazzando Frigione. L’Arena esulta, parità ristabilita. Al 39′ i nerazzurri sfiorano il vantaggio: cross da sinistra di Longhi e colpo di testa ancora di Eusepi che termina di pochissimo alto sopra la traversa. Il primo tempo termina sull’1-1 dopo un minuto di recupero.

Le parole nel dopo gara di mister Carmine Gautieri

IL SECONDO TEMPO. Nella ripresa le due formazioni entrano in campo con i medesimi undici. Il Varese è molto vivace e dimostra buona personalità e un ottimo possesso palla, il Pisa però difende bene. Poche le azioni degne di nota da annotare sul taccuino del cronista. Sicuramente si nota come i lombardi arrivino a questo Match con maggiore freschezza rispetto ai nerazzurri. Mister Iacolino al 6′ opera il primo cambio: dentro Molinari per Longobardi a cui risponde Gautieri qualche minuto più tardi inserendo Mannini al posto di Birindelli. Nel frattempo finiscono sul taccuino per il Varese Magrin e Bruzzone. Al 15′ però il Pisa trova il vantaggio: pressing di Eusepi sul portiere varesotto Frigione, il cui rinvio termina sulle gambe del numero 23 nerazzurro e termina in gol: 2-1 per il Pisa e L’Arena esulta con cori e sfottò contro i cugini livornesi. I nerazzurri controllano il match, il Varese cerca il pari. Ancora cambi. Per il Pisa dentro Masucci per Peralta, per il Varese Simonetto lascia il posto a Battistello. Al 34′ è il Varese però ad andare vicino al pareggio con un sinistro velenoso di Rolando, che termina di poco alto sopra la traversa con Petkovic che sembrava sulla traiettoria della sfera. Nel finale altri due cambi. Per il Varese dentro Arca al posto di Granzotto, per il Pisa a 5′ dalla fine esce un applauditissimo Negro, al suo posto dentro Federico Angiulli. Mister Gautieri sposta Di Quinzio sulla linea degli attaccanti che sono Eusepi e Masucci. Nei minuti finali Petkovic alza sopra la traversa un tiro cross di Battistello, mentre al 93′ su perfetto cross di Angiulli Eusepi firma la sua personale tripletta con uno splendido colpo di testa sotto misura. E dopo 4′ di recupero la sfida si chiude sul 3-1 per i nerazzurri che passano al secondo turno di Coppa Italia TIM ed affronteranno sabato prossimo il Frosinone.

PISA – VARESE 3-1

PISA (4-3-3): Petkovic; Birindelli (56′ Mannini) Ingrosso, Carillo, Longhi; Izzillo, Gucher, Di Quinzio; Peralta (72′ Masucci), Eusepi, Negro (86′ Angiulli) A disp. Cardelli, Campani, Polverini, Cuppone, Maltese, Zammarini, Nacci, Lidin, Favale. All. Carmine Gautieri.

VARESE (4-3-1-2): Frigione; Simonetto (74′ Battistello) Ferri, Bruzzone, Granzotto (81′ Arca); Palazzolo, Magrin, Monacizzo; Rolando; Lercara, Longobardi (51′ Molinari). A disp. Scapolo, Careccia, Zecchin, D’Arbenzio, Leonardo. All. Salvatore Iacolino.

ARBITRO: Alessandro Chindemi della sezione di Viterbo. (Ass. Roberto Margheritino di Savona e Giulio Fantino di Savona). Quarto Uomo: Francesco Meraviglia di Pistoia

RETI: 11′ Palazzolo (V), 32′ Eusepi su rig. (P), 60′ Eusepi (P), 93′ Eusepi (P)

NOTE: serata calda, terreno in perfette condizioni. Ammoniti Magrin, Bruzzone. Angoli 1-2. Rec. pt 1′, st 4′.  Spettatori 6.372 per un incasso di 75.185 euro.

By