Coppa Italia TIM. Passa il Frosinone, ma il Pisa c’è. Decide Daniel Ciofani. Fischi per la direzione di Minelli

PISA – Il Pisa esce sconfitto (1-0) contro il Frosinone e abbandona immeritatamente la Coppa Italia TIM. La rete di Daniel Ciofani decide il match dell’Arena dove i ciociari tornano a vincere dopo dieci anni.

di Antonio Tognoli

Guarda le foto del Match di Roberto Cappello

QUI PISA. Tra i pali Gautieri conferma Petkovic. Rispetto alla gara contro il Varese torna in difesa Andrea Lisuzzo dopo aver scontato il turno di squalifica a far coppia al centro del pacchetto arretrato con Ingrosso. Mannini e Longhi saranno gli esterni difensivi. Non cambia il centrocampo con Izzillo, Gucher e Di Quinzio. In attacco Gautieri lancia ancora Eusepi e Negro, con Masucci preferito a Peralta.

QUI FROSINONE. Mister Longo non rinuncia al tridente. Il tecnico ex Pro Vercelli però deve fare a meno meno di Maiello e Bardi. Tra i pali dunque va Zappino. Ariaudo Terranova e Krajnc formano il trio difensivo. Chiavi del centrocampo affidato a Gori e Sammarco con Paganini e Crivello sugli esterni. In attacco Daniel Ciofani sarà supportato da Ciano e Dionisi.

IL PRIMO TEMPO. Le du squadre scendono sul terreno di gioco con le maglie ufficiali. Pisa in maglia nerazzurra, Frosinone in tenuta giallo Azzurra. Dopo neanche un minuto ci prova Negro dai sedici metri, la palla è deviata in angolo da un difensore ciociaro. Sugli sviluppi del corner sinistro di Ingrosso che termina però la sua corsa alto sopra la traversa. È un Pisa che preme sull’accelleratore quello dei primi minuti: Gucher apre per Masucci che va sul fondo da destra mette in mezzo ma Krajnc in scivolata mette ancora in angolo sugli sviluppi del quale però la retroguardia di mister Longo è attenta e allontana la minaccia. Dopo un inizio molto veloce la gara vive un momento di pausa. Il Frosinone si affaccia minacciosamente dalle parti della difesa nerazzurra attorno al 20′ quando Dionisi stacca di testa al centro dell’area, ma l’azione è fermata dal direttore di gara per un fallo dell’attaccante ex Livorno. Al 22′ l’arbitro Minelli concede il primo time out del match. Anche in questa domenica sera temperatura torrida all’Arena, con il caldo che si fa sentire anche nelle gambe dei giocatori in campo. Al 27′ pericolo per la porta nerazzurra: cross da sinistra di Dionisi per la testa di Ciano che da pochi metri schiaccia di testa sul fondo. Ma il contropiede ciociaro era partito dopo una brutta palla persa a centrocampo da Izzillo. Il Pisa risponde all’azione pericolosa del Frosinone con una bella apertura di Eusepi per Negro che in scivolata a due passi dalla porta mette sul fondo. Poco dopo è ancora la formazione di mister Gautieri a farsi pericolosa: splendido lancio di Gucher per Negro che stoppa perfettamente elude l’intervento di due difensori ciociari, ma calcia sopra la traversa. Ma è il Frosinone a passare in vantaggio al 31′: Ciano da destra serve al centro dell’area Daniel Ciofani che con il destro non sbaglia trovando l’angolino alla destra di Petkovic: 1-0 per i ciociari. Il Pisa non si perde d’animo. Al 33′ Mannini servito da Izzillo entra in area dalla destra ma il suo traversone è deviato in angolo da Krajnc. Il Frosinone si salva ancora. Pisa ancora una volta pericoloso al 41′ quando ai 25 metri Eusepi stoppa il pallone con il petto e con la coda dell’occhio vede Zappino leggermente fuori dai pali, calcia al volo costringendo l’estremo difensore ciociaro al colpo di reni e alla deviazione in angolo. Nei minuti finali della prima frazione il Pisa prova ancora ad attaccare alla ricerca del pari. Masucci, pescato da Mannini, viene fermato in fuorigioco al 45′ e dopo tre minuti si va al riposo con il Frosinone in vantaggio. Un risultato sicuramente bugiardo per cosa si è potuto vedere nella prima frazione, dove il Pisa non meritava di perdere per la mole di gioco espressa e le occasioni da gol create.

IL SECONDO TEMPO. La ripresa prende il via senza alcun cambio nei due schieramenti. Fischiatissimo il portiere del Frosinone Zappino al momento del suo arrivo sotto la Nord. Il Pisa ci prova subito (3′) con un sinistro di Mannini, palla che termina sul fondo con Zappino proteso in tuffo sul rasoterra del numero sette nerazzurro. Il Frosinone risponde alla squadra di mister Gautieri con un sinistro dal limite di Dionisi: palla alta rispetto al montante alla destra di Petkovic. Al 10′ ancora un bel fraseggio da parte dei nerazzurri con un triangolo in velocità Negro-Eusepi-Negro, il numero 29 nerazzurro però calcia debolmente con il destro, facile a parata di Zappino a terra. Peccato. Al 17′ primo cambio per Gautieri: dentro Angiulli, fuori Inzillo. Poco prima per il Frosinone Gori era finito sulla lista dei cattivi. Al 20′ scintille tra Terranova ed Eusepi entrambi si vedono sventolare in faccia il giallo da parte di Minelli contestato poi (23′) per non aver segnalato un fallo a Negro strattonato vistosamente sulla tre quarti. Al 24′ pericolo in area nerazzurra con Paganini imbeccato da Krajnc che va a colpire di testa in solitudine a centro area: para Petkovic. Secondo cambio nel Pisa al 25′ con Gautieri che si gioca la carta Peralta che subentra a Masucci. Grande occasione per il Pisa al 33′ quando Peralta imbecca Longhi che a due passi dalla porta spedisce sul fondo. Incredibile. Sul capovolgimento di fronte anche Dionisi ha la grande occasione di raddoppiare ma manda sul fondo. È il momento di maggiore pressione del Pisa. Gautieri richiama uno stanchissimo Di Quinzio e inserisce Cernigoi per un Pisa a questo punto a trazione davvero anteriore. Eusepi viene ingiustamente fermato in fuorigioco tra le proteste del pubblico. Al 43′ anche Angiulli finisce nell’elenco degli ammoniti. Il Pisa non ci sta a perdere. Al 47′ punizione di Negro sponda di Eusepi per Lisuzzo che aottomisura insacca, ma Minelli annulla per fuorigioco tra le proteste del pubblico. Nessun nerazzurro protesta però per la decisione dell’arbitro. Questo non accade qualche istante dopo quando il fischietto di Varese non accorda un calcio piazzato dal limite per un fallo su Negro. Finisce con la vittoria del Frosinone con i fischi dell’Arena per Minelli. Il Pisa non meritava la sconfitta.

PISA – FROSINONE 0-1

PISA (4-3-3): Petkovic; Mannini, Lisuzzo, Ingrosso, Longhi; Izzillo (62′ Angiulli) Gucher, Di Quinzio (81′ Cernigoi); Masucci (70′ Peralta) Eusepi, Negro. A disp. Campani, Birindelli, Polverini, Cuppone, Carillo, Maltese, Zammarini, Lidin, Favale. All. Carmine Gautieri

FROSINONE (3-4-3): Zappino; Ariaudo, Terranova, Krajnc; Paganini (83′ M. Ciofani) Gori (81′ Frara), Sammarco, Crivello; Ciano, D. Ciofani (74′ Soddimo), Dionisi. A disp. Palombo, Vigorito, Russo, Besea, Beghetto, Volpe, Matarese, Tribuzzi, Obleac. All. Moreno Longo

ARBITRO: Minelli della sezione della sezione di Varese (Ass. Cecconi-Lombardi). Quarto uomo Provesi

RETI: 31′ D. Ciofani (F)

NOTE: serata calda, terreno in perfette condizioni. Ammoniti Gori (F), Eusepi (P), Terranova (F), Angiulli (P). Angoli 5-2. Spettatori paganti 5.726 per un incasso di 65.404. Rec. pt 3′, st 5′.

Loading Facebook Comments ...
By