Coronavirus e “isolamento”. A San Giuliano due sportelli d’ascolto per giovani e anziani

SAN GIULIANO TERME – Il Comune di San Giuliano Terme e la cooperativa sociale Arnèra mettono a disposizione da venerdì 20 marzo due sportelli gratuiti d’ascolto e supporto per affrontare l’isolamento “forzato” dovuto al contrasto della diffusione del Coronavirus come stabilito dal governo nazionale.

Alla cooperativa e al Comune si affiancano l’Osservatorio sulle povertà e la Consulta del volontariato di San Giuliano Terme.


Si tratta di due sportelli divisi in questo modo: uno dedicato a bambini, adolescenti e giovani, vale a dire la naturale prosecuzione del progetto La Zattera, attivo a San Giuliano Terme dal 1998; l’altro dedicato alla cittadinanza, nello specifico a famiglie e anziani.

Arnèra si occuperà della gestione della linea telefonica tramite la dottoressa Maria Rosa Cranchi, una counsellor del progetto La Zattera. La linea sarà attiva dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Il numero: 3923348630.
(Per informazioni: mariarosacranchi@virgilio.it).

“Uno sportello – secondo Maria Rosa Cranchi – utile per la corretta gestione di questo particolare momento. Per combattere quel senso di solitudine e di impotenza che tutti e tutte avvertiamo è fondamentale collegarci e connetterci il più possibile, per allontanare l’ansia e pensieri catastrofici che rischiano di farci ammalare comunque. Il lavorare in un’ottica preventiva, aiutare i cittadini e le cittadine, con una particolare attenzione agli anziani, avviare un processo di elaborazione di quanto sta accadendo è una misura fondamentale per salvaguardare non solo la salute fisica, ma anche quella mentale. Essere vicini, sapere di non essere soli, poter mantenere la socialità, essere collegati a una rete attiva di persone associazioni, istituzioni, sono antidoti importanti per poter pensare e offrire alle persone un spazio in cui ci si prenda cura dei problemi, delle paure dei bambini e dei disagi dei ragazzi che si affacciano per la prima volta alla vita adulta, dei genitori che si trovano ad affrontare una moltitudine di ruoli inediti, degli anziani che vivono ancor di più il dolore della solitudine e della fragilità”.

“Con queste iniziative – aggiunge l’assessore sangiulianese Francesco Corucci – abbiamo cercato di dare una risposta a chi sta rispettando le regole e, per continuare a farlo, ha bisogno di aiuto e sostegno. Giovani e anziani, con esigenze e problemi differenti, hanno la possibilità di trovare ascolto e vicinanza per continuare a lottare per vincere questa battaglia contro il Coronavirus. Nel nostro territorio vivono molte persone anziane sole che hanno bisogno di compagnia, anche mentre svolgono azioni quotidiane, come cucinare: lo riteniamo un sostegno di fondamentale importanza. Ringrazio anche a nome del sindaco la cooperativa Arnèra, l’Osservatorio sulle povertà e la Consulta del volontariato di San Giuliano Terme per il prezioso contributo”.

By