Coronavirus, per strappare un mezzo sorriso. La vignetta di Bruno Pollacci

PISA – La gravità della costante espansione del coronavirus, da tempo avrebbe dovuto imporre ad ogni cittadino un rigoroso ed attento comportamento di auto responsabilità, verso se stesso e verso l’intera collettività, ma così non è avvenuto, ed oggi, dopo la firma del nuovo specifico Decreto avvenuta lunedì sera dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, oltre alle rigorosissime disposizioni decretate per l’area della Lombardia e di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara Verbano-Cusio Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia, anche tutto il resto del territorio italiano è stato sottoposto ad un rigoroso stato di regolamentazione.

Ogni comportamento irresponsabile di leggerezza, superficialità o trasgressione delle comuni regole di comportamento comunicate ripetutamente dalle personalità della scienza e dalle autorità (evitare di uscire di casa se non per motivi gravi ed importanti, evitare di salutarsi attraverso baci, abbracci e strette di mano, mantenere distanza di sicurezza di almeno un metro tra le persone, lavarsi bene e spesso le mani evitando di toccarsi occhi, naso e bocca, tossire o starnutire in modo protetto, evitare luoghi affollati) è da considerarsi ormai come un grave atto di mancanza di rispetto verso se stessi e verso il prossimo, al pari di un comune atto delinquenziale.

Possiamo e dobbiamo seguire le disposizioni con senso di responsabilità per il nostro bene e per il bene collettivo, con senso di comune solidarietà, sperando sia possibile contenere l’espansione del virus, permettere allo straordinario corpo medico, paramedico e assistenziale di svolgere il proprio lavoro in condizioni gestibili e all’altezza della situazione e sperando che presto possa essere attivato un vaccino antivirus capace di liberare tutti da questo che ormai appare come un collettivo incubo quotidiano.

Ho realizzato questa vignetta a grafite, per tentare di trasformare, almeno personalmente, un momento difficile in un’occasione di creatività artistica e per tentare anche di offrire almeno un mezzo sorriso…seppur amaro…all’osservatore…Insieme ce la faremo.

Auguri sinceri a tutte/i 🙂

Bruno Pollacci

By