Coronavirus, turisti italiani, interrogazione Pd su viaggio Lega a Barcellona

PISA – “I ministri competenti hanno autorizzato alcuni esponenti della Lega, tra cui l’eurodeputata Susanna Ceccardi, il Senatore Gian Marco Centinaio, l’assessore del Comune di Pisa Gianna Gambaccini, che sabato 14 marzo hanno noleggiato un autobus per recarsi a Barcellona, con l’obiettivo di recuperare circa 50 turisti italiani bloccati alle Canarie?

Se così non fosse, quali provvedimenti urgenti intende assumere il governo per sanzionare tale condotta ed evitare che vengano messe in campo altre ‘imprese’ similari, al fine di garantire il completo rispetto delle norme e la tutela della salute pubblica, nonché il godimento del medesimo diritto al rientro di tutti i cittadini attualmente ancora all’estero? La Prefettura di Pisa è stata informata e quali iniziative ha promosso per garantire la sicurezza e la salute pubblica in concomitanza del rientro dell’autobus?”. Sono le domande contenute nell’interrogazione presentata alla Camera dai Dem Susanna Cenni, Rosa Maria Di Giorgi, Lucia Ciampi, Stefano Ceccanti.

È del tutto evidente – scrivono i deputati del Pd – che la vicenda rappresenta un precedente molto grave ed un’azione del tutto strumentale politicamente. La presenza sull’autobus dei tre politici, avrebbe infatti palesemente violato, a differenza degli autisti che erano nell’esercizio del loro lavoro, le disposizioni previste da DPCM 10 marzo 2020. Le regole, le norme valgono infatti per tutti, tanto più per rappresentanti della Repubblica e delle istituzioni. La condotta degli esponenti della Lega – concludono – oltre ad aver violato le leggi dello Stato e un principio fondamentale, appare pericolosa, controproducente e del tutto inutile, come dannoso appare l’aver sottratto in questo momento di assoluta emergenza un medico da altra funzione”.

By