Corsa Volterra – San Gimignano. Parla l’Asssessore allo sport Tanzini

Volterra – L’Ass. allo sport Francesca Tanzini interviene sulla questione sollevata in merito alla manifestazione della corsa organizzata, Volterra – San Gimignano, sostenendo: «Mi stupisce che Vinicio Ceccarelli non sappia dei problemi di cassa che ha il nostro Comune, visto che è anche un impiegato comunale, ad ogni modo la sua sparata sul giornale merita una replica, quanto meno perché i cittadini sappiano realmente come stanno i fatti. La corsa Volterra-San Gimignano – spiega l’assessore – è una manifestazione del Comune che l’amministrazione ha voluto crescesse e avesse il lustro che merita fin dall’inizio del mandato. Infatti quest’anno i concorrenti della manifestazione avranno nel loro pacchetto gara l’accesso ai nostri musei gratuito, una cena offerta dal Comune in collaborazione con la scuola alberghiera e un’area dove parcheggiare a loro riservata. Abbiamo anche proposto all’associazione e quindi a Ceccarelli, di svolgere la premiazione in sala del Maggior Consiglio di Palazzo dei Priori proprio per l’importanza che merita. La manifestazione Volterra-San Gimignano si fa e si farà a prescindere dai contributi dati alle associazioni sportive, infatti i 1.700,00 euro che sia il Comune di Volterra che il Comune di San Gimignano mettono per la gara, esulano dai normali contributi concessi alle associazione. Altra cosa che forse Ceccarelli sottovaluta o non ha tenuto in considerazione, è che l’Amministrazione ha deciso di intervenire in modo definitivo sia sulle tribune dello stadio che sul rifacimento della pista di atletica che era in condizioni di impraticabilità. Quindi i primi che beneficeranno di questo intervento saranno proprio gli atleti della società SAV che svolge atletica leggera. Ho spiegato le ragioni anche in consiglio comunale, la priorità dell’amministrazione è la sicurezza degli impianti sportivi e fare di tutto perché possano essere fruibili da tutti gli atleti, senza dimenticarsi poi che lo stadio viene regolarmente usufruito anche dalle nostre scuole».

By