Corteo anarchici in città. Danni a vetrine, muri imbrattati. Pieragnoli e Garzella: “Vergognoso e inaccettabile”. Alcune foto degli atti vandalici

PISA — Oggi era in programma nel centro cittadino la manifestazione anarchica contro l’ex reattore del Cisam che tanto ha fatto discutere negli ultimi mesi, anche dopo le misurazioni di Arpat che ha cercato di rassicurare un po’ tutti. La manifestazione non e’ passata inosservata, dato che sui muri e le vetrine della citta’ ci sono rimaste scritte e danneggiamenti. Verifiche sono in corso da parte della Polizia.

Nelle prossime ore, quindi, potrebbero arrivare le denunce per i responsabili. I danni potevano essere tranquillamente evitati.

Intanto il consigliere comunale Giovanni Garzella (FI – PDL): “Sono sconcertato da cosa e’ stato permesso di fare oggi pomeriggio in pieno centro della nostra città. Il corteo anarchico ha provocato numerosi danneggiamenti e imbrattamenti.nCi chiediamo chi possa avere autorizzato questa manifestazione di sabato pomeriggio in pieno centro”.

“Vergognoso e inaccettabile – così definisce i danni e le imbrattature sui muri il direttore di ConfCommercio Pisa Federico Pieragnoli che nel 2014 i negozi di una città come Pisa debbono chiudere all’insaputa le loro serrande, davanti ad una orda di personaggi inqualificabili che si permettono la libertà e la licenza di imbrattare con vernici negozi e sportelli bancomat. Chi ha la responsabilità di tutelare l’ordine pubblico bisogna che faccia qualcosa, perché tutto questo non ha ragione di esistere. Onesti commercianti che investono migliaia di euro nelle loro attività, improvvisamente ostaggio di personaggi scellerati che si permettono di devastare la città a proprio uso e consumo. Non ci sono altre parole, se non basta buonismo, basta tolleranza, basta giustificazionismo”.

Parole di disappunto anche del Sindaco, che dice: ”E’ teppismo ingiustificabile, non libertà di manifestare le idee. E’ violenza inaccettabile contro i beni di tutti. Condanniamo duramente i danneggiamenti compiuti dai manifestanti”. E’ quanto afferma in una nota il Sindaco di Pisa, Marco Filippeschi. Ho raccolto,aggiunge il primo cittadino, la protesta giustificata di tanti cittadini che percorrevano le vie del centro storico e hanno dovuto assistere alle prepotenze. Colpire i negozi e sabotare le telecamere della video sorveglianza comunale è commettere reati. Il Comune farà ricorso all’autorità giudiziaria per i danni subiti dal patrimonio pubblico. Spero che si faccia giustizia in tempi brevi e con il massimo rigore. Sono situazioni che Pisa non merita e che non devono ripetersi”.

SOTTO FEDERICO PIERAGNOLI E ALCUNE FOTO TRATTE DA FACEBOOK DI SCRITTE E DANNI AD OGGETTI E VETRINE

20140503-205233.jpg

20140504-010617.jpg

20140504-010624.jpg

20140504-010631.jpg

You may also like

By