Covid-19. Aperti a Cisanello altri 10 posti letto di area medica all’Edificio 30 C

PISA – Altri 10 posti letto di area medica, sotto il coordinamento della struttura di Medicina interna 1 dell’Aoup diretta dal professore Stefano Taddei, a cui partecipano attivamente gli staff sanitari delle due strutture di Reumatologia, diretta dalla professoressa Marta Mosca e di Immunoallergologia clinica diretta dalla professoressa Paola Migliorini, sono stati aperti domenica 8 Novembre per eventuali ricoveri Covid, che dovessero arrivare al Pronto soccorso di Cisanello.

Ad essi se ne potranno aggiungere lunedì altri 14, ove fosse necessario.

Si sta così attuando il piano di progressiva espansione dei posti letto Covid anche nelle degenze specialistiche dell’Edificio 30, come preannunciato anche nel videomessaggio del direttore generale Silvia Briani


Con l’occasione si ringrazia tutto il personale per la disponibilità, lo sforzo, il sacrificio e la dedizione dimostrati e con essi tutti gli altri operatori dei reparti Covid attivati finora per fronteggiare questa seconda ondata della pandemia.

La rapida diffusione del contagio ha infatti determinato la saturazione degli spazi disponibili nel Covid Hospital del Santa Chiara e, a Cisanello, della Bolla Covid, dell’Edificio 13 e degli altri reparti di area medica riconvertiti in degenze Covid nelle scorse settimane.

Un piano articolato che ha permesso finora di mantenere in piedi due regimi e quindi di portare avanti, oltre ai percorsi dell’emergenza-urgenza e dell’oncologia, anche l’80% dell’attività chirurgica di elezione, oltre a riservare una quota elevata di posti letto di area medica a servizio del Pronto soccorso.

Allo stato attuale però – visti i crescenti numeri della pandemia – si pone la necessità di rendere disponibili anche le postazioni di terapia intensiva dell’Edificio 30 di Cisanello, il che comporterà una inevitabile ulteriore riduzione dell’attività chirurgica programmata, che verrà definita in accordo con la Regione e le altre componenti aziendali.

By