Covid-19, aumento dei casi a 1.374. Non succedeva dal 21 novembre. Oltre mille i ricoverati

PISA – I numeri della pandemia ci consegnano oggi giovedì 25 febbraio una realtà che non registravamo dal 21 novembre: 1.374 nuovi casi su 12.584 prime diagnosi (10,9% il tasso di positività).

E accanto a questo, superano quota mille anche i ricoveri nei reparti Covid-19 (1012) di cui 159 in terapia intensiva.

E’ un momento critico, non possiamo nasconderlo, e se non ci saranno velocemente modifiche nell’andamento dei contagi, il rischio di una terza ondata, con tutte le conseguenze che questo potrebbe comportare, è davvero alto“, afferma Antonio Mazzeo Presidente del Consiglio Regione Toscana

Per questa ragione, non possono essere più accettabili comportamenti sbagliati: ora è il momento in cui servono più rigore, più controlli e, se necessario, più sanzioni. Sembra assurdo doverlo ripetere ancora, dopo un anno in cui quotidianamente conviviamo col dolore e le restrizioni, ma evidentemente si pensa di poter ancora sottovalutare questo virus e le sue terribili conseguenze. Io non mi stancherò mai di ripeterlo: prudenza, responsabilità e rispetto delle regole sono fondamentali“, conclude Mazzeo.

Tra i primi provvedimenti presi dalla Regione c’è l’istituzione della zone rossa nel comune di Cecina e lo screening di massa gratuito nei comuni di Barga (Lucca), Ponte Buggianese (Pistoia) e a Sovicille (Siena).

I residenti nei Comuni possono già prenotarsi sul portale https://territorisicuri.sanita.toscana.it/

By