Covid-19. Ecco il bando per il contributo straordinario all’affitto

PISA Lunedì 27 aprile sarà pubblicato il bando contributo straordinario all’affitto conseguente all’emergenza epidemiologica Covid-19. Sono 530 mila Euro le risorse che finanziano il bando, grazie alla somma fra il contributo deliberato dall’amministrazione comunale (150 mila euro) e le risorse assegnate al Comune di Pisa dalla Regione Toscana (380 mila euro). Sarà possibile inviare le domande a partire da martedì 28 aprile.

«Dopo aver pensato a soddisfare i bisogni primari della popolazione più esposta alle conseguenze della crisi in corso – dichiara il Sindaco Michele Conti – con la distribuzione dei Buoni alimentari e Buoni spesa con risorse comunali e governative, abbiamo pensato di aiutare le famiglie che si trovano momentaneamente in difficoltà a pagare il canone di locazione della propria abitazione. La casa è un punto di riferimento importante per le famiglie, per questo abbiamo stanziato fin da subito una cifra congrua a finanziare un bando che è stato predisposto in tempi celeri. Con criteri trasparenti e controlli successivi accurati, vogliamo che le famiglie pisane ricevano il prima possibile soldi in tasca per far fronte alle spese che devono sostenere».

«Per far fronte alle esigenze dei cittadini che hanno patito una riduzione del reddito a seguito dell’emergenza covid-19 in corso – dichiara l’assessore alle politiche abitative Gianna Gambaccini – abbiamo stanziato 150 mila Euro quale contributo straordinario per affitti che si aggiungono ai 380 mila euro deliberati dalla Regione lo scorso 30 marzo e assegnati al nostro Comune. Abbiamo lavorato per accelerare l’iter burocratico e lunedì prossimo sarà pubblicato il bando. Grazie a un folto team che procederà a eseguire le istruttorie si conta di erogare il contributo già i primi giorni di giugno».

«Nel frattempo – prosegue Gambaccini – sarà erogato il contributo ordinario del 2019 in tempi molto più ristretti rispetto alla consuetudine per dare un segnale di sostegno economico ai cittadini pisani in difficoltà. Le istruttorie sono iniziate a febbraio perché nel contributo ordinario è previsto che i cittadini presentino ricevute di regolare pagamento degli affitti entro il 31/1/2020. Stiamo lavorando anche per dare un sostegno anche agli inquilini Erp, in presenza di forme di morosità incolpevole correlate all’emergenza sanitaria A questo proposito – conclude l’assessore Gambaccini – ho individuato nel bilancio del Comune di Pisa 70 mila Euro da destinare tramite la Società della Salute».

A chi è rivolto il bando. Esclusivamente a lavoratori dipendenti di qualsiasi tipologia (tempo indeterminato, tempo determinato, con contratti di apprendistato o altro) e ai lavoratori autonomi, che in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da Covid 19 abbiano cessato, ridotto o sospeso  la loro attività o il loro rapporto di lavoro (riduzione orario di lavoro, cassa integrazione, particolari categoria ATECO secondo i decreti ministeriali) tale da comportare una riduzione del reddito di almeno il 30% rispetto ai corrispettivi mesi del 2019.

I requisiti di accesso sono:

·        la residenza nel Comune di Pisa nell’alloggio per il quale si richiede il contributo;

·        essere titolari di un contratto di locazione legalmente registrato riferito all’alloggio nel quale si ha la residenza;

·        avere un ISEE non superiore a € 28.684,36 per l’anno 2019;

·        non essere assegnatari ERP;

·        non essere titolari di diritti di proprietà o usufrutto, uso o abitazione su alloggio adeguato al nucleo ubicato a distanza non superiore i 50 km dal Comune di Pisa;

·        non aver fruito per l’anno 2020 del contributo Regionale GiovaniSi.

Il contributo. Sarà calcolato sulla base del 50% del canone di locazione mensile e comunque in misura non superiore a 300 Euro/mese per un massimo di 3 mensilità, fino ad esaurimento dei fondi. Eventuali proroghe saranno valutate esclusivamente sulla base dell’evoluzione dell’emergenza epidemiologica. Sarà erogato tramite bonifico bancario.

Come presentare la richiesta. Le domande, che potranno pervenire al Comune di Pisa entro il 18 maggio, dovranno essere compilate sul modello appositamente predisposto scaricabile dal sito istituzionale Area tematica CASA all’indirizzo: https://www.comune.pisa.it/it/ufficio/7059/Politiche-della-Casa.html debitamente compilate, firmate e corredate di copia del documento di identità in corso di validità, dovranno essere inviate esclusivamente:

•        tramite PEC al seguente indirizzo: comune.pisa@postacert.toscana.it

•        tramite email al seguente indirizzo: contributostraordinarioaffitto@comune.pisa.it

Informazioni. I numeri telefonici 050 919237 e 050 910390 saranno attivi dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00. (lunedì 27 aprile il servizio di informazione telefonica inizierà alle ore 11.00).

La comunicazione degli ammessi e degli esclusi avverrà tramite pubblicazione della graduatoria definitiva all’Albo Pretorio e sulla Rete Civica del Comune di Pisa, senza comunicazione personale

By