Covid-19. Marco Falcone a capo del team europeo di ricerca sull’infezione negli anziani

PISA – Il dottor Marco Falcone, ricercatore in Malattie infettive dell’Università di Pisa, in forza all’Unità operativa di Malattie infettive dell’Aoup e membro del consiglio direttivo della Simit-Società italiana di malattie infettive e tropicali, è stato eletto a capo del gruppo di studio europeo sulle infezioni nell’anziano (#Esgie) della European society of clinical microbiology and infectious diseases (#Escmid).

Come dimostrato dall’epidemia #Covid19, gli anziani rappresentano la popolazione più fragile e a maggior rischio di morte per infezione.

Il principale obiettivo del gruppo #Esgie è di studiare gli aspetti clinici ed epidemiologici delle infezioni nei soggetti anziani, con particolare attenzione alle persone degenti nelle residenze sanitarie assistite. Questi pazienti rappresentano spesso il serbatoio che favorisce la trasmissione di germi multiresistenti in ospedale.

Al dottor Falcone i complimenti più vivi e sentiti per questa importantissima nomina – ha dichiarato il presidente Simit Marcello Tavio – che valorizza il prestigioso percorso da lui effettuato in questi anni e offre all’infettivologia italiana un importantissimo proscenio sul quale confrontarsi con il resto del mondo. Si tratta ad un tempo di un traguardo e di un punto di partenza, sia per Marco Falcone che per la ricerca infettivologica italiana: un’occasione da non perdere proprio nel momento in cui la pandemia da Covid-19 impegna le risorse intellettuali e scientifiche più ingenti per essere combattuta con successo fino alla fine“.

Fonte: Società italiana di Malattie infettive e tropicali

By