Covid-19. Proseguono i controlli della Polizia Municipale di Pisa. 1377 le persone fermate nell’ultima settimana. Partite le multe anche per il mancato utilizzo delle mascherine

PISA – Proseguono i controlli della Polizia Municipale per verificare il rispetto delle misure di sicurezza sul fronte emergenza Covid-19. Durante l’ultimo fine settimana, che prevedeva la festività del 25 aprile, sono stati intensificati i presidi sul territorio comunale. I posti di controllo mobili in città e fissi nelle zone del litorale, con impiego aggiuntivo del drone del Comune, hanno portato tra sabato 25 e domenica 26 a effettuare complessivamente 664 controlli.

Dei 317 accertamenti svolti sabato sono state multate 7 persone, di cui in 6 casi si è trattato di auto fermate ai posti di controllo lungo le vie di accesso al litorale e in un caso è stata elevata la sanzione ad una persona per accesso sulla spiaggia, contravvenendo all’ordinanza, emanata dal Sindaco poco prima delle festività pasquali, che proibisce di recarsi sulle spiagge del litorale. Delle 347 persone controllate nella giornata di domenica, ne sono state multate 5, di cui 3 fermate in auto ai posti di blocco del litorale e 2 colte in flagrante sulla spiaggia a prendere il sole. Durante la settimana dal 20 al 24 aprile sono state 713 le persone controllate,  di cui 7 multate per mancanza di valida motivazione allo spostamento,  per un totale di 1377 controlli nella settimana passata. 105 sono state invece le attività commerciali controllate e in un solo caso è stata elevata una sanzione nei confronti di un negozio, che non rientra nella categoria degli alimentari autorizzati alla vendita, trovato aperto al momento del controllo.

Dalla fine della settimana scorsa sono iniziati anche i controlli per verificare che tutte le persone rispettino l’obbligo di indossare le mascherine. L’ordinanza della Regione, entrata in vigore dal 19 aprile, prevede infatti che i dispositivi di sicurezza siano obbligatori in tutti i luoghi chiusi accessibili al pubblico, sui mezzi del trasporto pubblico locale, e in tutti gli spazi all’aperto frequentati da più persone, dove naturalmente rimane obbligatorio mantenere la distanza di sicurezza (1,8 metri). Nei giorni scorsi la Polizia Municipale ha elevato le prime 3 sanzioni nei confronti di persone, 2 in zona Cisanello e una in piazza Vittorio Emanuele, che sono state trovate in spazi pubblici senza indossare il dispositivo di protezione individuale. In tutti i casi sono state elevate multe di 280 euro, come previsto dall’ordinanza regionale della Toscana e dal decreto legge 19/2020 del 25 marzo.

Al Comitato per l’ordine e la sicurezza convocato ieri pomeriggio proprio per affrontare le misure urgenti di questa fase – spiega il sindaco Michele Conti – abbiamo messo in evidenza la necessità di rafforzare l’impegno di tutte le forze dell’ordine per presidiare maggiormente le zone più critiche della città, perché in questo momento in cui il centro cittadino si è svuotato, è necessaria una maggiore presenza delle forze di polizia. La linea che dobbiamo far passare chiaramente una volte per tutte, è che sono vietati gli assembramenti, l’obbligo delle mascherine vale per chiunque e non ci deve essere alcuna tolleranza per chi non rispetta le regole, proprio perché questo può costituire un grave pericolo per la tutela della salute e dell’incolumità pubblica”.

Soprattutto in vista della Fase 2 di ripresa delle attività – prosegue il Sindaco – come Amministrazione abbiamo presentato un piano economico sostanzioso per sostenere gli esercizi commerciali in modo che possano avviare una ripresa graduale delle loro attività, nel rispetto delle norme regionali e nazionali. Ma deve essere ben chiaro che questo non significherà andare verso una fase di “bomba libera tutti”. A maggior ragione, a partire dal 4 maggio, ci sarà bisogno di uno sforzo collettivo per rafforzare i controlli delle forze dell’ordine, potenziando al massimo le pattuglie impegnate in strada e aggiungendo in ausilio anche il personale dell’Esercito Italiano. Dobbiamo intensificare gli sforzi e le risorse di tutte le istituzioni territoriali che lavorano per garantire la sicurezza dei cittadini, per poter affrontare anche la fase della ripartenza nel pieno rispetto delle regole, con un impegno maggiore a difesa e tutela della sicurezza e della salute dei cittadini.

L’impegno profuso per mantenere un controllo capillare del territorio da parte della Polizia Municipale – spiega l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno – sta proseguendo durante tutta la fase di emergenza sanitaria, con il dispiegamento di tutte le pattuglie disponibili per far fronte alle criticità del momento. Ho voluto, in questi giorni, concentrare maggiormente l’attenzione dei controlli della Municipale sul rispetto delle misure di distanziamento sociale, soprattutto nei luoghi pubblici più frequentati e nelle zone più critiche della città, e sull’utilizzo delle mascherine. Per garantire una maggiore sicurezza al personale della Polizia Municipale impegnato in prima linea nei controlli sul territorio, hoprovveduto inoltre a ordinare un centinaio di visiere modello antigoccia, che si aggiungono alle forniture ordinarie di mascherine, tute e guanti monouso già in dotazione, a ulteriore tutela della salute degli agenti. Durante questo drammatico momento, forte è stato il senso del dovere e di responsabilità da parte di tutto il personale della Polizia Municipale, che ha svolto quotidianamente il proprio lavoro, con sacrificio e costanza, per garantire il rispetto delle disposizioni normative a tutela della salute e sicurezza dei cittadini”.

By