Cremonese – Pisa 5-7 ai rigori. Impresa nerazzurra. Cuppone e Campani sugli scudi. Ora il Parma al terzo turno

PISA – Come il 21 giugno 1987 il Pisa compie una grande impresa che non vale la promozione in serie A è bene essere chiari ma assume comunque i contorni di un impera di mezza estate dopo aver portato e sconfitto ai rigori la Cremonese squadra di categoria superiore  

di Antonio Tognoli

Un impresa portata avanti dalla linea verde nerazzurra Il portiere Matteo Campani ancora protagonista in partita tenendo a galla i suoi in partita per non parlare della prova di Zammarini e di Cuppone. Insomma un Pisa vivo anche nella serata in cui Moscagol non va a segno. E anche questa è una notizia.

Squadre in campo é molto caldo sono circa 300 i tifosi nerazzurri che hanno seguito la squadra allo Zini. Cernigoi è il partner d’attacco di Moscardelli per il Pisa rispetto alla gara con la Triestina, la Cremonese schiera la coppia di centrali Kresic-Claiton e in mezzo inserisce Arini al fianco di Castagnetti e Croce.

IL PRIMO TEMPO. Partenza a razzo del Pisa e gol di Zammarini.
Conclusione dalla lunga distanza di Lisi, deviazione fortuita di Kresci e palla che arriva perfetta a Zammarini che di prima trafigge Radunovic sul primo palo con una botta di destro. Nerazzurri in vantaggio che vanno ancora vicini al raddoppio. Kresic con la punta mette in angolo un pallone su cui Moscardelli aveva già caricato la conclusione ravvicinata. Al 10′ si vede la Cremonese: conclusione di Castagnetti ribattuta, la palla arriva a Montalto che si gira, calcia col mancino ma trova Birindelli. Si avventa allora sulla sfera Arini che però al volo mette altissimo sopra la traversa di Campani. I grigio-rossi pareggiano su rigore. Scambio perfetto Castrovilli-Croce, Birindelli già ammonito in area stende il talento barese, rischiando il secondo giallo. Per l’arbitro è rigore che Montalto trasforma nonostante Campani intuisca. Passano appena 60 secondi che Croce con un tiro a giro colpisce il palo. Al 23′ i padroni di casa passano in vantaggio. Traversone di Carretta che attraversa tutta l’area piccola: palla che termina sui piedi di Castrovilli, bravissimo con il destro a punire Campani sul palo lontano per il 2-1. Risultato ribaltato. Ma il Pisa non ci sta. Al 30′ giallo per Moscardelli che tiene alta la squadra. Al 38′ la squadra di Mandorlini sfiora il tris con un colpo di testa di Kresic con la palla che termina alta sopra la traversa. Un minuto dopo gran tacco di Zammarini a liberare Birindelli, cross per Moscardelli e colpo di testa alto di un paio di metri da parte del bomber nerazzurro. Sono tre i minuti di recupero della prima frazione che si chiude sul 2-1 per la Cremonese.

IL SECONDO TEMPO. Nella ripresa il Pisa parte subito forte (4′) con una conclusione di Gucher che termina alta. Ma è la Cremonese ad avere almeno altre tre palle gol. Montalto fa la sponda perfetta per Castrovilli che tocca per Arini che a botta sicura con Campani che devia in angolo. Altra grande chance per la Cremonese. Stacco imperioso di Kresic da azione d’angolo e altra “paratona” di Campani che devia in angolo. Ancora Cremonese al 7′: Castrovilli inventa. Appoggio sulla sinistra per la sovrapposizione di Montalto, cross al centro per Arini e colpo di testa troppo centrale per Campani che blocca. Al 9′ ci prova Izzillo dalla distanza palla a lato. Pochi istanti dopo entra Masucci che rileva Cernigoi come spalla di Moscardelli. Al 21′ Strefezza rileva Castrovilli l’uomo migliore dei grigiorossi. Un minuto dopo pasticcio della difesa di Mandorlini, il rinvio di Claiton colpisce un nerazzurro e il pallone arriva sulla sinistra a Masucci che di prima infila Radunovic sul suo palo: 2-2. Gran gol di Gaetano Masucci. Al 32′ la gara si complica per il Pisa. Entra Nacci per l’infortunato Meroni. Gucher scala in difesa, De Vitis si sposta sul centro-destra. Per la Cremonese invece Brighenti rileva Montalto. Al 37′ si fa male anche Izzillo nel Pisa (crampi), ma D’Angelo ha finito i cambi. Nerazzurri in dieci. La Cremonese cerca di approfittarne. Numeri di Strefezza a non finire, bolide da fuori area e Campani deve ancora dire di no. Superlativa la prestazione del portierino nerazzurro che poco prima aveva deviato un diagonale di Brighenti. Sono intanto sei i minuti di recupero assegnati dal direttore di gara. Altra azione insidiosa della Cremonese al 48′: cross di Brighenti, Strefezza colpisce di testa e il pallone viene miracolosamente deviato da Campani prima e dalla traversa poi. È l’ultima azione dei tempi regolamentari che si chiudono sul 2-2 come nell’amichevole di Storo di qualche settimana fa. Si va ai supplementari.

Supplementari. Al 3′ del primo supplementare ci prova subito Castagnetti con palla che però termina agilmente tra le braccia di Campani. Sostituzione per il Pisa: Cuppone rileva Izzillo. Ristabilita la parità numerica. Nella Cremonese doppio cambio: Greco e Boultam per Croce e Arini. Ricordiamo che da quest’anno si possono effettuare quattro cambi nei tempi supplementari. All’8′ ancora una grande parata di Campani su conclusione di Brighenti il quale pallonetto è respinto dal portierino nerazzurro classe 2000. Il Pisa passa in vantaggio su un errore di Kresic, Il neoentrato Cuppone sbuca alle spalle del difensore grigiorosso ed è un gioco da ragazzi firmare il 3-2. Prima della fine del primo tempo supplementare miracoloso intervento di Zammarini sulla linea. Brighenti stava già esultando, Prodigioso davvero l’intervento del centrocampista del Pisa. Al 2′ del secondo tempo supplementare viene espulso mister Luca D’Angelo reo di aver protestato per un fallo subito da Moscardelli. Al 6′ un destro di Strefezza termina alto sopra la traversa. Al 10′ rischia l’autorete Kresic sul tiro di Cuppone. Il pallone finisce in angolo per poco con Radunovic spiazzato. Per i padroni di casa ci prova Castagnetti al 12′ dalla lunga distanza, respinge Campani. Nessuno si avventa in tap-in. Castagnetti risolve una mischia in area al 120′.,All’undicesimo corner, all’ultimo secondo di partita i grigiorossi trovano il gol del pareggio. Ci pensa Castagnetti a ricevere in piena area piccola da Claiton e trafiggere Campani! Si va ai rigori.

Rigori. Moscardelli Gol, Brighenti Sbagliato, Cuppone Gol, Mogos Gol Masucci Gol, Strefezza Gol, De Vitis GOL
Boultam SBAGLIATO

CREMONESE – PISA 3-3

CREMONESE: (4-3-3): Radunovic; Mogos, Claiton, Kresic, Migliore; Arini (95′ Boultam) , Castagnetti, Croce (95′ Greco); Carretta, Montalto (77′ Brighenti), Castrovilli (66′ Strefezza). A disp. Ravaglia, Volpe, Marconi, Del Fabro, Renzetti; Picchi. All. Andrea Mandorlini

PISA (3-5-2): Campani; Birindelli (73′ Bechini) , De Vitis, Meroni (77′ Nacci); Zammarini, Izzillo (95′ Cuppone) , Gucher, Di Quinzio, Lisi; Moscardelli, Cernigoi (59′ Masucci) A disp. Gori, Cardelli, Balduini, Gian. All. Luca D’Angelo

ARBITRO: Maggioni della sezione di Lecco. Assistenti: Sig. Paolo Formato di Benevento e il Sig. Fabio Schirru di Nichelino. Quarto uomo: Sig. Marco Serra di Torino

RETI: 3′ Zammarini (P) , 16′ Montalto (rig. C), 23′ Castrovilli (C), 67′ Masucci (P), 106′ Cuppone (P), 120′ Castagneti (C)

NOTE: serata calda a Cremona, terreno in discrete condizioni. Birindelli (P) ammonito (11′) e Moscardelli (30′) per gioco falloso. Espulso al 107′ mister Luca D’Angelo. Angoli 10-6. Spettatori 4.601 (301 tifosi pisani) per un incasso di 23.073,56 euro. Rec pt 3′, st 6′. Rec pts 1′

Nella foto il nuovo arrivato il portiere Stefano Gori

By