Crescono i Cavalieri senza vetro. Nuove adesioni

PISA – Tornano i “Cavalieri senza Vetro”, gli alfieri della piazza pulita e vivibile, operatori sociali e volontari presenti in strada il venerdi e il sabato dalle 23 alle 4 del mattino per proporre ai frequentatori di Piazza dei Cavalieri e dintorni di scambiare il contenitore in vetro con un bicchiere di plastica, invitare ad utilizzare i contenitori rimovibili presenti nella piazza e consentire a chi vuole di effettuare l’alcool test e di cimentarsi con il simulatore di guida.

Nell’autunno scorso la sperimentazione realizzata grazie al supporto dei volontari della Croce Rossa che, nei fine settimana compresi fra metà settembre e metà ottobre, ha permesso di distribuire 4.500 contenitori di plastica scambiati con bottiglie per oltre 7,2 tonnellate di vetro raccolto correttamente invece di finire frantumato sul selciato.  Da venerdi scorso  (5 maggio) il via alla seconda edizione del progetto, una partenza condizionata dal maltempo che ha impedito ai volontari di scendere in piazza la sera di sabato ma durante il quale sono stati comunque riempiti più di quattro bidoni per un totale di 552 chili di vetro e distribuiti 350 bicchieri (143, invece, gli alcooltest effettuati e 33 le prove al simulatore di guida). Si proseguirà con i volontari e operatori sociali presenti in piazza fino agli ultimi venerdi e sabato di luglio (28 e 29) per poi riprendere a metà settembre (15 e 16) e concludere a fine ottobre (27 e 28).

Diverse le novità rispetto all’autunno scorso. Intanto il coinvolgimento di altre associazioni di volontariato: i quindici volontari presenti tutti i fine settimana in strada, infatti, saranno messi a disposizione, oltreché dalla Croce Rossa, anche da Misericordia e Cisom (Corpo italiano di soccorso dell’ordine di Malta). Poi l’incremento dei bidoni rimovibili per la raccolta del vetro e la loro collocazione ma nei luoghi più “caldi” della c.d. movida: in Piazza dei Cavalieri ce ne sono venti, otto in più rispetto all’anno scorso. Nove, invece, sono posizionati in Piazza Sant’Omobono (nel 2016 ce n’erano due) e altri venti in Piazza delle Vettovaglie. Venti anche quelli che, per la prima volta, sono stati collocati sui quattro lungarni del centro storico. Il totale fa 58 contenitori rimovibili per il vetro, il triplo rispetto ai 23 dell’anno scorso.

Infine il collegamento con “Spaziobono19”, il centro aggregativo giovanile della SdS Zona Pisana di Piazza Sant’Omobono gestito dalla cooperativa sociale Arnera e che tutti i venerdi e sabato notte (sempre dalle 23.30 alle 4) svolge attività di “chill out”: uno spazio in cui è possibile rilassarsi e abbassare la velocità e l’intensità della propria serata. Il servizio promuove buone pratiche di convivenza e lavora per favorire la consapevolezza dei comportamenti a rischio: i giovani possono consumare bevande analcoliche e nutrirsi gratuitamente ma anche effettuare test all’etilometro, ricevere brevi consulenze, essere orientati verso servizi pubblici specifici. All’interno si trovano anche profilattici, materiale informativo di prevenzione riguardo a malattie sessualmente trasmesse, alla contraccezione e agli effetti e conseguenze di alcool e sostanze. Venerdi 10 giugno, poi, è in programma la seconda “Notte di qualità” (la prima si è svolta venerdi scorso), il progetto regionale, al suo terzo anno,è promosso da Anci e Cnca (Coordinamento nazionale comunità d’accoglienza) e prevede in Piazza dei Cavalieri l’allestimento di un’area “chill out” e una postazione informativa che promuove conoscenza e consapevolezza relativamente ai rischi collegamenti al consumo di alcool correlati e all’utilizzo di sostanze psicotrope. Nella tranquilla serata di venerdì scorso 160 giovani si sono fermati e hanno dialogato con gli operatori presenti (distribuiti 157 opuscoli sulle sostanze, 43 su malattie sessualmente trasmesse e 90 preservativi) mentre i mediatori artistici facevano il giro dei locali delle piazze Sant’Omobono, Vettovaglie,Garibaldi, Cavalieri e Borgo Largo.

“Dopo la positiva sperimentazione dell’autunno scorso avevamo promesso che a Primavera saremmo tornati e così è stato – ha spiegato la Presidente della SdS Zona Pisana Sandra Capuzzi alla conferenza stampa di presentazione della seconda edizione del progetto -: ripartiamo convinti della bontà di un intervento che non è certo la panacea di tutti i problemi collegati alla movida ma che, in pochi mesi ci ha consentito, di ridurre drasticamente il fenomeno delle bottiglie abbandonate in Piazza dei Cavalieri e d’incontrare e entrare in relazione con tanti giovani con i quali, diversamente, non saremmo mai riusciti a costruire un rapporto. Per questo, insieme al Ctp 6 e alle realtà del volontariato e dell’associazionismo cittadino, abbiamo deciso, non solo di proseguire, ma anche di rinforzare il progetto con interventi mirati”

“Esprimiamo soddisfazione per la positiva risposta da parte di tutti i soggetti coinvolti sulla questione del degrado e della sicurezza di Piazza dei Cavalieri e delle zone limitrofe e, in particolare, per la ripresa della lodevole iniziativa “Cavalieri senza vetro”, estesa, grazie all’impegno dei giovani volontari – ha sottolineato la Presidente del Ctp 6 Federica Ciardelli -. Ravvisiamo la necessità di reperire risorse al fine di garantirne la continuità e l’estensione anche a Piazza Vettovaglie, in sinergia con le iniziative culturali che i vari soggetti coinvolti, dall’Amministrazione Comunale alle Università, stanno mettendo in campo per garantire una diversa e migliore fruibilità della zona e con le forze dell’ordine, la cui presenza rimane indispensabile contro i fenomeni di criminalità diffusa. E Accogliamo molto positivamente la scelta di celebrare il 2 giugno in Piazza delle Vettovaglie, ulteriore testimonianza del fatto che le Istituzioni hanno accolto con impegno le istanze dei cittadini, espresse nel Consiglio straordinario tenutosi nel luglio 2016, apripista di un percorso che, ci auguriamo, possa portare alla soluzione della complessa situazione che abbraccia una delle parti più significative del nostro centro storico”.

Nella foto sopra la presidente della SdS Zona Pisana Sandra Capuzzi e la presidente del Ctp 6 Federica Ciardelli con i rappresentanti della cooperativa Arnera e delle associazioni impegnate in ‘’Cavalieri senza vetro”

By