Criticità al Pronto Soccorso, Chef Rubio, guerra in Siria, Arpat e emergenza climatica. Discusse e votate 12 mozioni in Consiglio Comunale

Discusse e votate 12 mozioni e un ordine del giorno. In apertura un minuto di silenzio in memoria di Hevrin Khalaf,  paladina dei diritti umani uccisa in Siria la scorsa settimana. 


E’ finito dopo le 22 la seduta del Consiglio Comunale di ieri, martedì 22 ottobre. I Lavori erano incominciati –  dopo un incontro  tra la Conferenza dei capigruppo consiliari con la “Mezza Luna Rossa” del Kurdistan e l’associazione “Un Ponte per..” –  con un minuto di silenzio in memoria di Hevrin Khalaf, la giovane donna curda, paladina dei diritti umani, uccisa in Siria la scorsa settimana, dopo essere stata violentata e lapidata.

Subito dopo i consiglieri comunali hanno discusso e votato ben 12 mozioni e un ordine del giorno.

La prima mozione, sulla criticità del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Cisanello, presentata dal consigliere Marcello Lazzeri (Lega), è stata approvata con 21 voti a favore (tutti i consiglieri di maggioranza, Lega, noiadessopis@-fdi, Forza Italia, Pisa nel Cuore, il consigliere Manuel Laurora del gruppo misto, più il consigliere Antonio Veronese di “Patto Civico”) mentre i consiglieri di opposizione (PD, M5S e il consigliere Francesco Auletta (Diritti in Comune ) non hanno partecipato al voto.

Anche la seconda mozione, “Solidarietà alle famiglie dei due poliziotti uccisi a Trieste e condanna per le parole dello chef Rubio”, presentata dal consigliere Giovanni Pasqualino (Lega), è stata approvata con 21 voti a favore (tutti i consiglieri di maggioranza, Lega, noiadessopis@-fdi, Forza Italia, Pisa nel Cuore, il consigliere Manuel Laurora del gruppo misto, più il consigliere Antonio Veronese di “Patto Civico”) mentre i consiglieri di opposizione (Pd, M5S, e il consigliere Francesco Auletta (Diritti in Comune) non hanno partecipato al voto.

La terza e quarta mozione, “No al golpe di Erdogan” e “Stop alla guerra in Siria e solidarietà al popolo curdo” – su quest’ultima vi sono stati alcuni emendamenti della consigliera Annalisa Cammellini (Lega) –   presentate entrambe dal consigliere Francesco Auletta (Diritti in Comune), sono state approvate all’unanimità.

Anche la quinta mozione “Invasione del Kurdistan siriano da parte dell’esercito turco” , presentata dal Consiglio Cittadino per le pari opportunità e anche la sesta mozione “Sostegno alla donne Kurde”,  presentata dalla Conferenza dei capigruppo consiliari su invito di Soroptimist di Pisa (è organizzazione di servizio volontario a livello mondiale di donne  per migliorare la vita delle donne stesse), sono state approvata all’unanimità.   

Sono state approvata all’unanimità anche la settima e l’ottava mozione. La settima mozione “Risoluzione della guerra turca ai confini del nord est della Siria”, era stata presentata dal consigliere Giuseppe Colecchia (Lega) mentre l’ottava mozione  “No alla Turchia in Europa”,   era stata presentata dal consigliere Maurizio Nerini “noiaadessopis@-fdi”.

Per quanto riguarda la nona mozione, “Dichiarazione dello stato di emergenza climatica e avvio del percorso di realizzazione  della strategia  di sostenibilità ambientale 2030 del Comune di Pisa” occorre precisare che questa è stata una mozione d’iniziativa popolare proposta da “Fridays For Future” di Pisa. Infatti sono state raccolte oltre 150 firme. Questa nona mozione, dopo essere stata illustrata da Gabriele Moretti (primo firmatario di questa mozion), con alcuni emendamenti presentati dalla consigliera Annalisa Cammellini (Lega),  è stata approvata all’unanimità.

La decima mozione,  “Adesione del Comune di Pisa alla “Plastic free challenge” per liberare l’ambiente dalla plastica”, presentata dai consiglieri Gabriele Amore e Alessandro Tolaini, entrambi del M5S,  con alcuni emendamenti proposti dal consigliere Maurizio Nerini “noiadessopis@-fdi” – è stata,  anche questa,  approvata all’unanimità.  

Approvata all’unanimità, con alcuni emendamenti presentati dalla consigliera Annalisa Cammellini (Lega), anche la undicesima mozione “Piena autonomia e adeguiate risorse economiche e umane e strumentali per Arpat”,  presentata dal consigliere Francesco Auletta (Diritti in Comune).

È stata invece respinta con 15 voti contro e 8 voti a favore, la dodicesima mozione “Emergenza clima, dimezzare le emissioni a Pisa entro il 2030”, presenta dal consigliere Francesco Auletta (Diritti in Comune).

Infime, è stato approvato all’unanimità, con alcuni emendamenti presentati dal consigliere Maurizio Nerini “noaidessopis@fdi”, anche un ordine del giorno “Condanna dell’intervento Turco in Siria”, presentato dal  consigliere Matteo Trapani (Pd).  

La prossima seduta del Consiglio Comunale si terrà martedì 5 Novembre, dalle 14,30, sala Delle Baleari.

Nella foto sopra i consiglieri comunali durante il minuto di silenzio

By