Cultura. Pisa a Saint Tropez per la Grande Bravade

PISA – Si ripete la tradizione che vede consolidarsi il legame di amicizia tra Pisa e Saint Tropez. La nascita della città francese, infatti, è legata a doppio filo con Pisa da cui partì il corpo del martire Torpete decapitato da Nerone per aver abbracciato il cristianesimo.

Da San Piero a Grado il corpo venne messo su una zattera con un cane e un gallo e approdò sulle coste francesi dove venne raccolto dando vita alla città di St. Tropez. Da oltre mezzo secolo Pisa condivide questa festa militare e religiosa tropesiana, la Grande Bravade, in cui viene accolta con i massimi onori e dove oltre 700 figuranti onorano il Santo davanti ai rappresentanti delle istituzioni locali e pisane. All’edizione di quest’anno, appena conclusa, erano presenti il vicesindaco Paolo Ghezzi e il vicepresidente del Consiglio Riccardo Buscemi insieme a quattro valletti del Comune che hanno l’onore di trasportare il Busto del Santo per l’intera città.

Per tre giorni St Tropez parla pisano, con bandiere di Pisa alle finestre e richiami diffusi alla nostra città sia nei negozi che nei ristoranti. Al termine della Grande Bravade il Vicesindaco di Pisa ha consegnato a Jeanne Pierre Tuveri, sindaco di Saint-Tropez, un’edizione speciale del Guerriero Pisano che, in accordo con l’associazione, è stato assegnato alla comunità di Saint Tropez quale ambasciatrice della pisanità nel mondo. Al vicesindaco Ghezzi è stata consegnata la medaglia d’argento della città di Saint Tropez per l’impegno profuso in questi anni nello sviluppare i legami di amicizia e di collaborazione tra le due città.

Pisa sarà ancora protagonista a St Tropez alla fine del mese di maggio nel corso della manifestazione “Vele Latine” che raduna nella città francese alcune città Marinare del Mediterraneo (catalane, tunisine, francesi e, unica città in Italia, Pisa). Un’occasione per promuovere la città e che quest’anno vedrà la presenza anche del porto di Pisa per promuovere la nuova struttura di Boccadarno e la regata 151 miglia. «Onorato per aver ricevuto la medaglia di Argento della città di St Tropez – dice il Vicesindaco Ghezzi – sono più che consapevole di quanto possa essere importante lavorare sui legami tra Pisa e questa piccola perla francese che è tra le più conosciute al mondo. Ogni città vorrebbe essere nella posizione privilegiata di Pisa e quindi per noi è una responsabilità in più. Anche per questo, dopo aver promosso le manifestazioni storiche negli scorsi anni, sto lavorando, insieme all’Amministratore Unico della società Boccadarno Simone Tempesti, sui contatti nel mondo della nautica forti di un legame tra i due porti e tra due delle regate veliche più importanti del mediterraneo: la 151 miglia e la Giraglia».

Loading Facebook Comments ...
By