CUS calcio a 5: Donne vicine al titolo, la squadra maschile è quasi salva

PISA – Ecco il punto settimanale delle squadre di calcio a 5 del CUS, nei campionati maschili e femminili di Serie B. Gli uomini sono quasi salvi dopo la vittoria interna contro il Pistoia. Le donne hanno vinto in trasferta a Terni, e domenica ospiteranno il Firenze nell’ultima giornata, in una gara che mette a confronto le prime due della classifica e deciderà il campionato.

DONNE
Oratorio San Giovanni Bosco Terni-Cus Pisa 3-9

Così in campo: Zavattaro (P), Figliucci (cap.) Roherer, Mazzei, Baldera, Zappalà, De Maria, Sergiampietri, Gambino, Frausin, Schiffino, Ghezzani. All. Colombo
Marcatori: Figliucci (2) Roehrer (1), Zappalà (2) Mazzei (1), Sergiampietri (1), Frausin (1), Gambino (1).

Le cussine allenate da mister Colombo schiantano in trasferta 9-3 il Terni, in una gara contro una squadra agguerrita, decisa a non sfigurare in casa propria.

LA PARTITA – La gara è letteralmente dominata dalle gialloblu che disputano una partita intensa soprattutto dal punto di vista agonistico. Tutte le reti sono state di pregevole fattura, con numerose triangolazioni e passaggi di prima. Il risultato finale non è mai stato messo in discussione, anche perché il Cus ha fatto molto gioco di squadra senza personalismi deleteri. Da segnalare le doppiette del capitano Figliucci e di Zappalà, con una buona vena di Mazzei in versione assist-woman.

MATCH CLOU – Domenica prossima c’è l’ultima gara della stagione. Il calendario, in un vero e proprio finale thrilling, mette di fronte in via Chiarugi le prime due della classifica, con il Firenze avanti di un punto in classifica. Ora le cussine hanno la possibilità di raggiungere un altro titolo. In caso di vittoria infatti, le ragazze di Colombo saranno campionesse Figc del campionato Toscana-Umbria. La vittoria darebbe il via anche alle possibili fasi nazionali per accedere alla serie A di calcio a 5 femminile, un risultato che sarebbe storico per il calcio a 5 pisano, dopo i fasti del San Paolo Pisa Calcio a 5 maschile del 2003/2004. Mai infatti una squadra pisana femminile è approdata nella massima serie.

UOMINI

CUS PISA – FUTSAL PISTOIA 6-4
Così in campo: Iacoponi, Rodà, Bertoldi, Tonelli, Cofrancesco, Sava, Vasarelli, Borsacchi, Umalini, Franco, Di Lupo. All. Lami.
Marcatori: Bertoldi, Vasarelli (2), Cofrancesco, Franco, Rodà

Manca solamente la matematica certezza, dato che gli scontri diretti sono sfavorevoli, ma con 12 punti sull’ultima in classifica a 4 giornate dal termine, i cussini possono dirsi praticamente salvi. La gara di sabato ha dato ancora più continuità alla striscia positiva che ha dato 10 punti nelle ultime 4 partite alla squadra di Lami. Le 3 vittorie e un pareggio, con 16 gol fatti e 7 subiti, possono far ben sperare per questo finale di campionato. La partita contro Pistoia si presentava dunque delicatissima, perché una vittoria degli ospiti avrebbe complicato la vita ai gialloblu e avrebbe reso possibile il sorpasso proprio del Pistoia ai danni del cherubino.

PRIMO TEMPO – I pisani partono bene, andando subito in vantaggio e creando molte occasioni. Il Pistoia colpisce una traversa, ma la superiorità gialloblu appare netta. A pareggiare i conti ci pensa Ginanni su calcio di rigore, dato che Bertoldi cadendo tocca la palla con il braccio in modo evidente. I cussini riprendono a macinare gioco e vanno in vantaggio per 2-1. A pochi minuti dal termine della prima frazione viene assegnato un corner. Lami chiama il time-out ed è qui che viene preparato uno schema su calcio d’angolo; questa mossa frutta la rete del 3-1. Da qui arriva un altro corner, con un altro schema e un altro gol. Si va sul 4-1, risultato sul quale si conclude il primo tempo.

SECONDO TEMPO – Al rientro in campo accorcia di nuovo le distanze Pistoia, grazie a un secondo rigore concesso dopo un altro tocco di mano in area, questa volta a opera di Vasarelli. Successivamente sono i pisani che allungano sul 5-2 e al Pistoia non resta che tornare a farsi sotto con Menegatti per la rete del 5-3. I gialloblu iniziano ad accusare la stanchezza e la manovra risulta più macchinosa. La squadra di Lami si trova tra i piedi alcune buone occasioni ma non ha più la lucidità di inizio gara. Nonostante questo arriva la rete del 6-3 che permette al CUS di giocare gli ultimi minuti in maniera meno contratta. A questo punto Pistoia inserisce il portiere di movimento che però non crea troppi problemi ai cussini; i gialloblu addirittura recuperano tre palloni, ma calciandoli verso la porta non trovano il bersaglio. Quando la gara volge ormai al termine, da una distrazione difensiva in seguito a un fallo laterale arriva la rete per il 6-4 finale. La salvezza a questo punto sembra una formalità.

 

By