Cus Pisa: il consuntivo dell’attività Junior 2012/2013

Nel pieno della programmazione estiva, il Cus Pisa ha presentato il consuntivo delle stagione 2012-2013 dell’attività della sezione Junior (bambini di età compresa tra 4 e 11 anni) che si svolge nel periodo della stagione scolastica. E’ una fascia di età alla quale il Cus ha sempre voluto dare il meglio. La società si rapporta quotidianamente con le famiglie e con la scuola. I risultati sono stati positivi, a giudicare dal numero di partecipanti alle attività organizzate direttamente dalla società e a quelle organizzate in collaborazione con le scuole del territorio. Tante le adesioni, con un migliaio di piccoli frequentatori (in inverno e d’estate), la collaborazione con quasi tutte le scuole e anche il rapporto con alcune delle realtà commerciali pisane, primo tra tutti Il Fotoamatore, che è diventato dallo scorso anno partner di Cus Junior.

ATTIVITA’ – Le attività “polidisciplinari” invernali si sono sviluppate durante l’intera stagione, ininterrottamente per 10 mesi, da settembre 2012 a giugno 2013, con 30 corsi differenziati per fasce di età e per tipologia didattica, abbracciando quasi tutte le discipline: dall’educazione motoria di base all’Atletica, al Basket, Calcio, Hockey, Ginnastica Ritmica, Karate, Rugby, Tennis, Volley, senza tralasciare le esigenze di attività sportiva per i genitori (fitness e tennis). All’inizio nessuno di questi corsi è specialistico o esclusivo. Solo successivamente e per i più grandi viene intrapreso un percorso di approfondimento verso uno degli sport proposti. Questo per lasciar scegliere al bambino l’attività più congeniale e per dare la massima varietà di esperienze motorie . Ma cos’è la particolarità che rende unica l’attività giovanile del Cus? Tutte le attività e tutti i corsi sono compresi all’interno di un unico progetto educativo motorio. Questo fa la differenza, insieme al fatto che nello stesso parco sportivo vi siano attrezzature e palestre per ogni disciplina. Non c’è bisogno di cambiare associazione se il bambino decide di provare un altro sport, basta una semplice comunicazione agli istruttori e alla segreteria.

ATTIVITA’ SCOLASTICHE: CUS IN CARTELLA – L’anno scolastico da poco terminato ha visto il Cus a fianco degli insegnanti nel compito di dare agli alunni supporto per l’educazione e per l’alfabetizzazione motoria. I numeri sono di tutto rispetto e parlano da soli: sono state circa 120 le classi delle scuole dell’infanzia e primarie che hanno avuto l’appoggio degli istruttori del Cus, divise in ben 23 plessi di 5 istituti: Tongiorgi, Fibonacci, Galilei, Toniolo, Niccolini. Insieme agli alunni delle scuole medie, che pure si sono avvalsi della collaborazione del Cus per i loro gruppi sportivi, sono stati oltre 3000 gli alunni che in un modo o nell’altro hanno usufruito del supporto della società del cherubino. Si è ripresa una tradizione interrotta da molti anni: prima di tutto una festa dell’atletica dedicata agli alunni delle elementari presso il campo scuola e poi si è riusciti ad organizzare i giorni bianchi sulla neve con una scuola primaria. Il perché di questo successo è presto detto: anche qui un progetto didattico unitario, ma non solo. La particolarità risiede nella strettissima collaborazione instaurata con gli insegnanti e nel fornire operatori qualificati e polivalenti che garantiscono la continuità didattica per l’intera stagione scolastica. E’ come se nelle scuole ci fosse un insegnante in più e una opportunità in più. Il Cus in cartella, appunto.

SENZA SOSTA – Da poco terminata l’attività “invernale” il CUS si è gettato con entusiasmo nelle attività estive e nei campi solari. Anche questo settore sta raccogliendo numerose adesioni da parte dei bambini e dei ragazzi. I campi estivi, organizzati anche in accordo con il Comune di Pisa, comprendono sia attività giornaliere, dal lunedì al venerdì, sia residenziali in montagna. Non c’è solo sport: nei programmi ci sono infatti anche attività nella natura e didattiche. Questa settimana, ad esempio, un gruppo di “avventurosi” bambini e bambine trascorrerà insieme agli istruttori una notte in un rifugio sui Monti Pisani ad osservare le stelle. Inoltre, grazie ad un accordo con la Piscina di San Giuliano, si aggiunge al paniere delle attività anche il nuoto, l’unica attività che mancava.

By