Da lunedì 4 Novembre il Municipio dei Beni Comuni raggiungerà Strasburgo

PISA – Lunedì 4 e martedì 5 novembre l’esperienza dell’ex Colorificio Liberato raggiungerà Strasburgo e il Consiglio d’Europa per prendere parte attiva a “Responding Together. Citizens engagement in reducing poverty and inequalities”, in quanto esperienza paradigmatica di buone pratiche.

La delegazione del Municipio dei Beni Comuni che raggiungerà la città francese, infatti, avrà il compito di moderare un workshop sulla creazione di incentivi volti a promuovere la condivisione e il riuso delle risorse ambientali, sociali e culturali.

«Una “promozione” inattesa a un tempo – dicono dal Municipio dei Beni comuni –, ma che ormai è entrata a pieno titolo nell’agenda delle azioni che concorreranno a scandire il tempo che ci separa dal 16 novembre, giorno della manifestazione nazionale che chiederà la riapertura dell’ex Colorificio. Tutto il Municipio dei Beni Comuni ha aderito con entusiasmo, certo che questa positiva proiezione sia il frutto di un’esperienza che sta dicendo molto, anche fuori dai confini nazionali».

Sono giorni di fervido lavoro per le associazioni, collettivi, esperienze e singoli cittadini che compongono la folta galassia del Municipio. La temporanea riapertura della Mattonaia ha segnato un passo importante, e ne è testimonianza la grandissima risposta del quartiere che, lentamente, ha ripreso a vivere uno spazio per tre decenni scandalosamente precluso. «La prossima partenza per l’Europa è l’altro braccio di una azione congiunta verso la riapertura dell’ex Colorificio – spiegano dal Municipio dei Beni Comuni. Noi crediamo che dall’Europa possa emergere un indirizzo chiaro e una voce concreta, che indichino la strada giusta per giungere al 16 novembre nel segno di una vittoria collettiva, e non dell’ennesima giornata di inutile repressione».

«La nostra esperienza a Strasburgo – proseguono dal Municipio dei Beni Comuni – sarà raccontata giorno dopo giorno, tappa dopo tappa in una sorta di “diario” a disposizione di tutti quei canali che vorranno seguire le diverse fasi di questa esperienza. Si intitolerà “Painting Europe”, proprio nella volontà di condurre presso il Consiglio d’Europa il modello, la “filosofia” che ha contraddistinto l’azione del Municipio dei Beni Comuni sin dal suo esordio.L’ex Colorificio Liberato dovrà diventare un Bene Comune anche per l’Europa».

Fonte: Municipio Beni Comuni

20131102-151443.jpg

You may also like

By