Da mercoledì 18 marzo chiusi al pubblico i PuntoAcque in Toscana

PISA – Alla luce dei provvedimenti emanati dalle autorità nazionali sulle misure di prevenzione alla diffusione del virus Covid-19, Acque SpA ha disposto la chiusura, da mercoledì 18 marzo fino al 3 aprile incluso (salvo ulteriori disposizioni), dei propri sportelli al pubblico, i cosiddetti PuntoAcque.

La decisione ha come obiettivo quello di tutelare la salute dei cittadini e del personale, incentivando al contempo il ricorso al call center e agli altri strumenti online – che nel frattempo sono in corso di potenziamento – per le pratiche di natura commerciale.

La scelta segue quella del 10 marzo scorso, quando fu stabilita la chiusura dei PuntoAcque di Pontedera e Castelfiorentino. Da mercoledì, resteranno chiusi anche quelli di Pisa, Empoli, Capannori e Monsummano Terme.

Come detto, Acque rimane sempre e comunque a disposizione dei propri utenti attraverso il call center e i canali digitali, tramite i quali è possibile svolgere pressoché tutte le pratiche per le quali solitamente si ritiene necessario recarsi agli uffici al pubblico.

Chiamando l’800 982 982 (gratuito da telefono fisso), oppure lo 050 843 843 (da mobile, costo dipendente dal gestore telefonico) gli operatori del call center potranno predisporre qualsiasi pratica e dare seguito alle richieste degli utenti.

Con MyAcque (sia nella versione web che app) si accede a uno sportello online con cui si può pagare la bolletta, effettuare una voltura, verificare l’andamento dei consumi, inviare l’autolettura, controllare lo stato dei pagamenti o delle pratiche in corso, 24 ore su 24.

Per quanto riguarda invece la segnalazione di eventuali guasti o disservizi, è regolarmente in funzione il numero verde gratuito 800 983 389, attivo 24 ore su 24.​

By