Dal 2013 parte il progetto Bike-Sharing

PISA – Dal 2013 a Pisa parte il bike-sharing, quattordici postazioni dalle quali, facendo un abbonamento annuale, si potrà prendere a noleggio una delle 200 biciclette messe a disposizione dei cittadini.

Alla gara per la realizzazione dell’infrastruttura hanno partecipato cinque aziende di livello internazionale e la vincitrice è stata “Bici in città Srl”. Resta ancora qualche passaggio prima di rendere il progetto operativo.

A cominciare dalla gestione dell’infrastruttura. “Stiamo già lavorando a un bando pubblico – sottolinea Sergi o Cortopassi, presidente di Pisamo, la municipalizzata pisana chesi occupa di mobilità – e comunque faremo pagare agli utenti ilmeno possibile, finanziando il servizio con i proventi deiparcheggi di bus e auto”. La griglia dei prezzi è ancora in definizione, ma l’orientamento è quello di una tessera annuale e di un pagamento a tempo, con la prima mezz’ora gratuita. Le postazioni saranno tutte costantemente videosorvegliate e le 200 biciclette a disposizione degli utenti fanno di Pisa, assicura il Comune, “la città con il più alto numero di bici pubbliche per abitante”. Ma le biciclette potrebbero addirittura aumentare se l’iniziativa incontrerà il consenso dei cittadini: i presupposti ci sono, visto che un questionario online realizzato per l’amministrazione dall’Università di Pisa ha già ottenuto migliaia adesioni e il 95% delle persone ha risposto che utilizzerebbe il servizio.

You may also like

By