Dal social al mobile: il rapporto degli italiani con la rete

PISA – Gli italiani sono sempre più connessi alla rete, una notizie che potrebbe non destare troppe sorprese ma che in realtà va parzialmente in controtendenza con quanto storicamente il nostro paese ha lasciato palesare in termini di nuovi strumenti e innovazioni.

Da altri lidi il mondo multimediale ha fatto breccia nelle usanze quotidiane già da tempo; nel nostro paese la conquista è stata notevolmente più lenta. I perché? Sono da ricercarsi nella diffidenza tipicamente nostrana verso tutto ciò che è cambiamento radicale: ancora oggi sono tantissimi gli utenti che, spesso anche a ragione, non si fidano di portare a termine determinate operazioni in rete. Si pensi agli acquisti su e-commerce ad esempio, o a tutto ciò che richiede comunque una transazione virtuale.
Un’idiosincrasia che poco a poco sta cedendo il passo alla fiducia in tanti campi: quali sono i settori nei quali gli italiani risultano essere più prolifici, parlando di rete? Analizzando il comportamento sul web dei nostri connazionali si evince che internet è sempre più diventato indispensabile nell’espletamento di tantissimi impegni quotidiani. Ciò perchè garantisce un risparmio evidente in termini di tempo e, talvolta, anche di soldi.

La maggior parte degli utenti continua ad usare la rete per scopo ludico o informativo: si pensi all’universo dei social, un mondo sempre più in crescita. Ma si parla anche di situazioni più serie, come effettuare acquisti di beni o servizi su e-commerce; o gestire il proprio conto corrente tramite home banking; ed ancora, investire in rete facendo ricorso ad una delle tante piattaforme di trading online della rete.

Altro dato interessante, per navigare su internet si fa sempre più ricorso a smartphone o tablet e sempre meno a navigazione da desktop, quindi dal tradizionale pc (al riguardo, l’Italia risulta essere il terzo paese al mondo per accesso ad internet da questa tipologia di dispositivi).
Cresce poi in modo esponenziale il dato sull’utilizzo dei social: si registra un aumento di circa il 10% ogni anno, segno evidente di una tendenza che non piò essere arrestata e che lascia intendere come, in un futuro ormai prossimo, una grandissima parte della popolazione italiana sarà attivamente presente sui social.

Si parla soprattutto di Facebook, il social più amato dagli italiani: quasi il 75% lo utilizza con cadenza sostanzialmente quotidiana. Anche qui si tratta di un fenomeno sociale che nasce dal continuo bisogno di consenso, seppur virtuale, che caratterizza la nostra epoca.

 

By