Dall’8 Dicembre tutti i giorni dalle 16 bus gratis a Pisa

PISA – Come negli anni passati, dall’8 dicembre e per tutto il periodo delle feste natalizie fino al 6 gennaio, il Comune promuove l’utilizzo dei bus per tutti i cittadini che vogliono recarsi nell’asse commerciale del centro storico.

In particolare le linee ad alta mobilità “LAM Rossa”, “LAM Verde”, “LAM Blu” e la “navetta E” saranno gratuite tutti i giorni dalle 16 a fine corsa. Inoltre sono previste per la sera del 31 dicembre, notte di San Silvestro, due linee di navette notturne (night lam) gratuite.

Le linee interessate passano dai principali parcheggi scambiatori di via Paparelli (circa 750 posti), via di Pratale (150 posti), via Pietrasantina (400 posti). La Lam Blu parte da Cisanello dove ci sono i grandi parcheggi gratuiti ma anche tutte le aree lungo l’asse di Viale Matteucci.

“La proposta che ci era stata fatta come da diversi anni a questa parte di parcheggi gratuiti in centro sarebbe controproducente per tutti, per gli stessi commercianti in primis, perché diminuirebbe la rotazione degli stalli e quindi il numero di persone che raggiungerebbero l’asse commerciale centrale e aumenterebbe invece il numero di auto in cerca di parcheggio – spiega l’assessore alla mobilità Giuseppe Forte – Invece con i bus gratuiti dai parcheggi gratuiti appena fuori dal centro promuoviamo l’utilizzo del mezzo pubblico, importante presidio di mobilità sostenibile, e incentiviamo l’uso degli scambiatori per decongestionare il traffico cittadino. Un servizio che migliora l’accessibilità dei cittadini al centro storico, con il suo asse commerciale e le sue bellezze artistiche, e aiuta a sostenere il commercio. Ancora una volta stupisce l’aggressività e l’arroganza di chi si professa rappresentante del mondo del commercio e in maniera ottusa continua a proporre le stesse ricette perdenti, questo è dimostrato da quanto fatto in termini di riqualificazione cittadina e di progressiva pedonalizzazione del Centro Storico con risultati di afflusso e di presenze che sono evidenti ed oggettive. Un passo semmai più deciso e decisivo va intrapreso, come fatto dalle principali città europea, di un disincentivo ancora più forte all’uso dell’auto privata a favore degli investimenti i pedonalità e servizi pubblici. Questa è la strada tracciata, non solo a Pisa”.

By