Dalle altre sedi, Gubbio – Barletta al centro di polemiche. Laezza espulso rimane in campo. Giammarioli a Gubbiofans:”Faremo ricorso”

PISA – Fa scalpore la direzione dell’arbitro Lacagnina di Caltanissetta, insieme ai suoi assistenti. Il Gubbio è rimasto in nove uomini dopo tredici minuti (espulsi Moroni e Longobardi) e fa discutere pure il cartellino rosso a Laezza nel finale, che però e’ rimasto in campo

In sala stampa, per evitare ulteriori polemiche, non si presenta nessuno del Gubbio. Parla solamente il direttore sportivo Stefano Giammarioli che annuncia che la società eugubina farà ricorso:”La squadra tutta è in silenzio stampa: c’è sconcerto. Pure il nostro presidente è molto nervoso. Non parla nessuno, solo il sottoscritto. Mai visto in tanti anni di carriera un arbitro di questo genere. Da eugubino sono abituato a combattere, ma è la prima volta che mi capita che un arbitro condiziona un’intera partita con 20 situazioni criticabili. Qui non si tratta mica di malafede o di incompetenza o di giornata storta. Ma l’arbitro stava male? Ma l’arbitro aveva dei problemi? Oppure c’è sotto qualcos’altro? Ribadisco, non mi era mai successo un arbitraggio del genere. Longobardi è stato espulso perchè ha messo una mano sulla spalla dell’arbitro: ma perchè non si può? Faremo ricorso perchè l’arbitro ha fatto pure un errore tecnico: Laezza è stato espulso ma è rimasto in campo. Andare in Lega non serve a niente. Ma posso dire solo una cosa: ogni volta che emergiamo in classifica, iniziano i problemi con gli arbitri. E contro il Barletta ci è stato impedito di vincere per situazioni evidenti che hanno visto tutti. Nello spogliatoio c’è malessere. Giocare in nove dopo appena dieci minuti è sconfortante”. Si attendono dunque notizie dal giudice sportivo, ma ricordiamo che nel caso in cui l’arbitro ammetta l’errore la gara potrebbe essere rigiocata.

SOTTO IL DS DEL GUBBIO STEFANO GIAMMARIOLI (foto tratta da avinews.it)

20131111-101113.jpg

By