Danni ai farmaci stoccati nel magazzino Estav di Migliarino. Il comunicato di Mugnai (FI)

PISA – Era il 17 giugno 2015, quando nel magazzino farmaceutico Estav di Migliarino, nel Pisano, si verificò un guasto al sistema elettrico che provocò l’interruzione della corrente. Con quali conseguenze?

«Il magazzino, di dimensioni superiori a 7mila metri quadrati, avrebbe subito un danno stimato in circa 4-5 milioni di euro». Non solo: «Da quello stesso giorno un grosso bilico-frigorifero stazionerebbe di lato al capannone, e si sarebbe verificata la mancata consegna, negli ospedali di Massa Carrara, di farmaci tumorali e di altri non meno importanti».
A far emergere la questione è il Vicepresidente della Commissione sanità Stefano Mugnai (FI), che queste cose le scrive in un’interrogazione con la quale vuole chiarezza da parte della giunta regionale a cui sottopone tre quesiti. Innanzitutto Mugnai chiede di sapere se la giunta fosse «a conoscenza dei fatti e delle criticità intervenute agli ospedali di Massa e Carrara». Inoltre, l’esponente di Forza Italia chiede di sapere «se sia stata fatta una stima del danno subito e quali conseguenze abbia causato la mancata erogazione dei farmaci deteriorati», e «se la Regione sia intervenuta tempestivamente per accertare le responsabilità del caso ed adottare le necessarie misure di emergenza».

By