Dario D’Ambrosio a Pisanews :”Nerazzurri col vantaggio del pronostico, ma il Siena non sarà la vittima sacrificale”

PISA – Dopo la sconfitta subita in terra sarda, gli uomini di Mister Carmine Gautieri hanno ripreso ad allenarsi di buona lena, per poter affrontare nel migliore dei modi il prossimo avversario, che è il Siena dell’ex Andrea Sbraga, una gara sicuramente ostica, quella contro i bianconeri della città del Palio, ma dalla quale il Pisa dovrà cercare di trarre il massimo del risultato, per poter definitivamente metabolizzare la sconfitta di Olbia. Ed a tal proposito, Pisanews ha voluto tastare il polso agli avversari, intervistando un giocatore importante nello scacchiere della compagine senese: si tratta dell’esperto difensore Dario D’Ambrosio, un Marcantonio alto cm.1,89 per 80 kg.di peso, napoletano, classe 1988, nel Siena ormai da tre stagioni a parte una parentesi di 6 mesi alla Virtus Bassano. D’Abrosio può vantare, inoltre, una carriera in club prestigiosi, sia a livello di serie C che di serie B quali ad esempio per citarne alcuni, Lecco, Triestina, Lumezzane, Lecce, dove ha avuto come compagno di squadra Daniele Mannini, oltre al Monza, che sarà avversario del Pisa proprio alla terza giornata di campionato.

di Maurizio Ficeli

D. Grazie Dario per aver accettato l’invito del nostro portale: sei a Siena da tre anni che realtà hai trovato?

R. “A livello cittadino, a Siena, così come anche in tutta la Toscana, si vive bene, poi a livello calcistico, la piazza senese è sicuramente ambita, anche per il suo glorioso passato, il tifo locale è molto caldo, i tifosi bianconeri ci seguono in maniera costante, anche se il seguito dipende molto anche dai risultati”.

D. Da alcuni anni avete una proprietà nuova, cosa ci puoi dire di questa società guidata dalla presidentessa Anna Durio?

R. “Posso dire che è una società composta da persone bravissime, serie ed umili e che vogliono fare le cose per bene ed hanno una progettualità a lungo termine, quindi qui a Siena siamo veramente fortunati ad avere una presidente come la Signora Anna Durio, con suo figlio Federico Trani, che sono davvero persone squisite. E poi mi preme sottolineare il lavoro encomiabile sia del direttore sportivo Giovanni Dolce e del direttore generale Davide Vaira”.

D. Che squadra è il Siena di quest’anno?

R. “È una squadra dove sono rimasti 6/7 elementi ed ha conservato l’ossatura dello scorso anno, una compagine formata da un mix importante di giovani con giocatori esperti”

D. “Venite da una vittoria interna contro la Lucchese. Che gara è stata e come hai visto la squadra rossonera?

R.”Con la Lucchese è stata una gara che abbiamo meritato di vincere, anche se devo dire che la Lucchese è una squadra molto organizzata che sa giocare la palla, ma noi questa partita l’avevamo preparata al meglio e siamo riusciti a vincerla”.

D. E domenica il Siena si presenterà all’Arena, dove affronterà un Pisa voglioso di riscatto dopo la sconfitta ad Olbia: che gara vi aspettate?

R.”Diciamo subito che il Pisa, malgrado questa sconfitta di Olbia, è una squadra che lottera’sicuramente per vincere il campionato, malgrado la sconfitta ad Olbia, che ci può stare poi ci può anche essere stata una certa stanchezza dovuta forse anche alla preparazione, ma ripeto, il Pisa ha ampi margini per riprendersi, perché è una suadra costruita per vincere”.

D. Nel Siena quest’anno è approdato un ex nerazzurro, Andrea Sbraga, che a Pisa ha lasciato un buon ricordo. Ti è capitato di parlare con lui dell’ambiente pisano?

R.”Certo, Andrea Sbraga ha un bellissimo ricordo della sua militanza in nerazzurro ed ha sempre parlato di Pisa in buonissimi termini, mi ha anche raccontato di come ha vissuto la finale di Latina e poi anche Pisa così come Siena, ha una storia gloriosa ed è una piazza ambita da tutti i calciatori”.

D. Cosa temete in particolare della squadra allenata da Mister Gautieri?

R. “Bisogna fare attenzione a tutto il complesso, formato da giocatori di categoria superiore, tipo Lisuzzo e Mannini, con il quale ho giocato insieme a Lecce, poi il Pisa è guidato da un allenatore bravo come Gautieri, che ha conquistato una promozione a Lanciano, oltre ad aver lanciato diversi giovani”.

D. Ed il Siena con quale spirito affronterà questa gara contro il Pisa?

R.”Noi faremo la nostra gara, attuando il nostro gioco, che è basato sulla prestazione del complesso e non sulla prestazione individuale di un singolo”.

D. Se tu dovessi fare uno pronostico su questa partita fra Pisa e Siena, che gara ti immagini?

R. “Sarà, sicuramente, una partita molto tesa, dove sia noi che loro cercheremo la vittoria. Il Pisa gioca in casa e vedo il pronostico a suo vantaggio, ma, attenzione, ciò non vuol dire assolutamente che il Siena farà la parte della vittima sacrificale, ma anzi, ce la giocheremo fino in fondo per trarre il massimo del risultato, così come facciamo con qualsiasi avversario”.

La foto sopra è tratta da Il Cittadino On Line

By